Home Archivio storico 1998-2013 Generico Parte la X edizione “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini”

Parte la X edizione “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini”

CONDIVIDI
  • Credion
Ha preso il via in questi giorni la decima edizione di “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini. L’iniziativa, sempre finalizzata a ridurre al minimo il rischio di incidenti  e di infortuni sul lavoro, riparte con un nuovo slogan e nuove idee, senza però perdere di vista l’obiettivo principale: preparare i giovani ad un futuro in totale sicurezza e ridurre al minimo il rischio di incidenti sul lavoro.
Ed è proprio per questo motivo che l’edizione di quest’anno è stata presentata, lo scorso 19 dicembre, presso la sede dell’istituto superiore “G. Natta” di Bergamo. L’auditorium dell’istituto scolastico ha riunito per l’occasione i rappresentanti degli studenti degli istituti superiori bergamaschi, che hanno così vestito i panni di “ambasciatori della sicurezza”, diffondendo il messaggio ai loro coetanei.
Nel corso dell’incontro sono stati presentati filmati ed iniziative didattiche legati al tema della sicurezza realizzati dagli studenti dell’istituto superiore teatro della presentazione. Tra questi la prima edizione di “Learning from accidents”, progetto che invita gli studenti ad indagare e studiare le cause che hanno provocato incidenti e catastrofi in Italia e nel mondo negli ultimi anni, tra cui quelli accaduti in ambito lavorativo.
“Primi in sicurezza”, promosso da Rossini Trading in collaborazione con ANMIL e il mensile per la scuola Okay!, inaugura così il decennale dell’iniziativa e per l’edizione di quest’anno invita gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado di tutta Italia a confrontarsi sul tema “Ricominciare da… 10”.
Il lavoro sicuro – hannospiegato gli organizzatori – merita una prevenzione da… dieci e lode. Ma non solo. Pretende almeno dieci buoni e validi motivi per rispettare regole e normative sul posto di lavoro. Ed è proprio il numero dieci il filo conduttore all’edizione 2011/12, un numero che, proprio per le sue valenze e i suoi molteplici significati in ambito storico e sociologico, vuole essere il punto di partenza per stimolare la riflessione sul tema della prevenzione degli incidenti sul lavoro e delle morti bianche”.
Ma le novità non finiscono qui. Per festeggiare nel migliore dei modi il decennale verrà organizzata presso la sede di Rossini Trading una giornata speciale dedicata agli elaborati giunti in questi anni. Una piccola “vetrina” di idee e di esperienze, che vedranno protagonisti bambini, ragazzi e giovani.
In questo decennio – ha dichiarato Marco Rossini, presidente e amministratore delegato di Rossini Trading – ‘Primi in Sicurezza’ è sempre stata accolta e seguita con grande partecipazione e consenso dalle massime istituzioni, che ringraziamo vivamente. Ci auguriamo che quest’anno l’adesione delle scuole si intensifichi ulteriormente, come segno concreto di condivisione del nostro progetto. In questo modo docenti, allievi e famiglie potranno contribuire ad un importante progetto educativo e pedagogico, esprimendo impegno, creatività, bravura, immaginazione e collaborazione”.
I mezzi di cui gli studenti potranno avvalersi per partecipare a questa decima edizione di “Primi in sicurezza” sono tra i più disparati: testi, ricerche, sondaggi, disegni, cartelloni, fotografie, pubblicazioni sul giornale della scuola, spot promozionali, video, cd-rom e giochi di società sono solo alcuni dei mezzi attraverso i quali affrontare il tema della sicurezza. In questo modo gli studenti potranno, ad esempio, effettuare ricerche e raccogliere notizie sugli incidenti sul lavoro accaduti negli ultimi dieci anni, realizzare interviste a persone vittime di incidenti sul lavoro ed indagare sule cause che hanno portato a tali incidenti, dare libero sfogo alla propria creatività creando un originale ed efficace spot oppure disegnare e colorare magliette e cappellini portatori di un messaggio di forte impatto.
I lavori dovranno essere inviati alla redazione di Okay!, presso Casa M. E. Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo, entro il 15 marzo 2012. La cerimonia di premiazione, in programma a maggio 2011, oltre a rappresentare un momento di festa e aggregazione per le centinaia di alunni partecipanti, sarà l’occasione per ricordare la storia umana e professionale di Emilio Rossini, imprenditore che, partito dalla gavetta, ha saputo costruire – con il suo impegno nel settore specifico dei prodotti antinfortunistici – una nuova “cultura del lavoro e della prevenzione”. Nel corso della manifestazione conclusiva verranno consegnate quattro medaglie del Presidente della Repubblica e saranno attribuiti dei premi speciali alle scuole particolarmente meritevoli.