Home Attualità Pas, i sindacati attendono dettagli: “Tempi stretti. Si convochi presto nuovo tavolo”

Pas, i sindacati attendono dettagli: “Tempi stretti. Si convochi presto nuovo tavolo”

CONDIVIDI
  • Credion
Dopo l’ok di Bussetti alla proposta di attivare dei Pas riservati ai precari di terza fascia con 36 mesi di servizio, i sindacati, alcuni dei quali già ascoltati dalla Tecnica della Scuola, affidano ad una nota unitaria la loro soddisfazione, pur rimarcando che si tratta di un passo avanti ma che ancora non definisce il tutto nei dettagli il provvedimento.

Precari, i sindacati: “Si convochi nuovo tavolo tematico”

“La soluzione delineata nel comunicato del Ministro dell’Istruzione, si legge sul comunicato dei sindacati, con la volontà di recepire la proposta sindacale – peraltro puntuale e specifica -, pur in attesa di verificare come sarà formulato il provvedimento di legge cui si fa cenno è sicuramente un passo decisivo in avanti rispetto alle richieste formulate nella piattaforma della mobilitazione unitaria, ai contenuti dell’intesa col Governo e a quanto ribadito in sede di confronto al tavolo tematico su reclutamento e precariato”.
Le organizzazioni sindacali fanno notare che “in tempi strettissimi attendiamo una nuova convocazione del tavolo per un esame approfondito e dettagliato di tutte le questioni che dovranno essere efficacemente tradotte nel testo da sottoporre all’esame delle Camere.

È chiaro che poi la palla passa alle decisioni politiche e alle responsabilità da assumere coerentemente anche in sede parlamentare”.

“Ci attendiamo che il buon lavoro fatto dalle organizzazioni sindacali trovi in tale sede il giusto riscontro, nell’interesse delle tantissime persone che da anni sono in condizione di precarietà e della scuola stessa, che ha bisogno di poter contare sulla stabilità del personale per un’efficace programmazione della didattica e un’ottimale gestione del sistema scolastico”, concludono i sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda degli Insegnanti e Snals Confsal.

Icotea

Precari, la proposta dei sindacati

Secondo i sindacati, l’obiettivo è permettere a tutti quelli che hanno i requisiti delle 3 annualità di accedere ad entrambe le procedureconcorso ordinario e procedura di stabilizzazione straordinaria con graduatorie regionali, accessibili a tutti i docenti con i requisiti.

In tal modo i candidati avranno una doppia possibilità, e soprattutto potrebbero concorrere almeno per due regioni: quella del concorso ordinario e quella della procedura straordinaria.

La possibilità di partecipare ad entrambe le procedure permette ai candidati di scegliere liberamente in quali regioni concorrere con consapevolezza.

Con la proposta dei sindacati, il percorso straordinario di abilitazione verrebbe organizzato per tutti coloro che hanno i requisiti dalle università in collaborazione con le scuole e sarebbe percorso abilitante. L’abilitazione conseguita darà diritto all’immissione in ruolo.