Home Disabilità Pei, in arrivo nuove indicazioni del Ministero attraverso gli Usr

Pei, in arrivo nuove indicazioni del Ministero attraverso gli Usr

CONDIVIDI

Il Pei riparte? Sì. Peraltro il Ministero dell’Istruzione, dopo il ripristino del Pei da parte del Consiglio di Stato, invierà alle scuole, attraverso gli Usr, nuove indicazioni sul Piano educativo individualizzato, con alcune messe a punto del modello in funzione del nuovo anno scolastico e alcuni accorgimenti sulla terminologia, relativi alle parti incriminate che hanno determinato il ricorso al Tar del Lazio di alcune associazioni di famiglie. Una comunicazione che il MI ha fornito nel corso della riunione dell’Osservatorio ministeriale sull’inclusione che presidia tutte le questioni relative agli alunni con disabilità.

Lo ha anticipato, durante la diretta di Tecnica risponde LIVE dell’1 giugno, Marisa Pavone, esperta pedagogista presente all’incontro dell’Osservatorio.

Icotea

Quali novità? Alcune ipotesi

Quali le sezioni che potrebbero cambiare in forma migliorativa? L’esperta Pavone ha ricordato quali aspetti avevano indotto le associazioni delle famiglie a fare ricorso: la composizione del GLO, i criteri per l’assegnazione delle risorse, tra cui le ore di sostegno, alcune espressioni poco felici come la possibilità di esonero degli studenti da alcune discipline. Su questi aspetti, insomma, le indicazioni del MI potrebbero apportare delle novità.

L’indagine Sipes

La Sipes (Società Italiana di Pedagogia Speciale) ha lanciato un’indagine che mira a rilevare quali pratiche e strategie vengono maggiormente promosse in classe al fine di favorire l’inclusione scolastica. Vai all’indagine

Il corso

Sul tema dell’inclusione il corso Pei 2022: guida alla stesura dei nuovi modelliin programma dal 7 giugno.

Il corso intende fornire ai docenti una guida chiara e sicura su come elaborare i nuovi modelli di PEI e sui criteri possibili da osservare per l’assegnazione delle misure di sostegno, senza scadere nel rischio di meri adempimenti burocratici, applicando le nuove procedure in un’ottica di promozione del successo formativo della persona disabile.