Home Didattica Pei scuola, che differenza c’è tra progetto individuale e progetto di vita...

Pei scuola, che differenza c’è tra progetto individuale e progetto di vita dell’alunno?

CONDIVIDI

Che differenza c’è tra progetto individuale e progetto di vita dell’alunno? Ne abbiamo parlato nell’appuntamento della Tecnica della Scuola Live, datato 14 ottobre, dal titolo Caos Pei, ecco un modello alternativo. I nostri esperti, peraltro, il dirigente Salvatore Impellizzeri e l’insegnante Katia Perdichizzi, hanno fornito un modello di Pei alternativo, che “salva” alcune delle sezioni del precedente Pei, così come il Ministero dell’Istruzione le aveva progettate prima dell’intervento del Tar, integrandole con nuovi spunti e suggerimenti operativi.

RIVEDI LA DIRETTA

SCARICA IL MODELLO DI PEI SUGGERITO DAI NOSTRI ESPERTI

Il progetto individuale

“Il progetto individuale è previsto dalla norma e riguarda i servizi (o le prestazioni o le misure di supporto economico) che l’ente locale, su richiesta della famiglia, mette a disposizione dell’alunno con disabilità,” spiega il dirigente Impellizzeri.

Icotea

In breve, si tratta di un documento stilato dall’ente locale, d’intesa con la competente Azienda sanitaria locale, sulla base del Profilo di funzionamento del ragazzo e del Pei redatto dalla scuola.

“Tale documento non è automatico, ma va appositamente richiesto dalle famiglie. La sua redazione poi verrà effettuata con la partecipazione di un rappresentante dell’istituzione scolastica coinvolta”.

Il progetto di vita

Al contrario del progetto individuale, il progetto di vita non è un documento né un modulo da compilare, ma è l’idea che gli apprendimenti siano funzionali all’autonomia e alla vita futura del ragazzo. “Inutili gli apprendimenti fini a se stessi,” sottolinea sempre il dirigente Impellizzeri, esperto di inclusione. ” E suggersice: “Bisogna superare il modello della trasmissività, in favore del modello bio-psico-sociale cui fa riferimento il nuovo Pei” in quelle sezioni che il Tar non ha contestato.