Home Personale Pensioni quota 100, domande inferiori alle aspettative: 1,5 miliardi di somme accantonate

Pensioni quota 100, domande inferiori alle aspettative: 1,5 miliardi di somme accantonate

CONDIVIDI

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ad un decreto ad hoc con “misure urgenti in materia di miglioramento di saldi di finanza pubblica”.

Lo si legge nel comunicato stampa apparso sul sito del governo.

Il decreto “congela” i risparmi di reddito di cittadinanza e quota 100 per l’arrivo di domande inferiori a quanto inizialmente stimato.

ICOTEA_19_dentro articolo

Secondo le stime ammonterebbe a 1,5 miliardi di euro la somma dei risparmi di reddito di cittadinanza e quota 100 congelata. Somma che, si legge, “viene accantonata e resa indisponibile”.

Nel testo si precisa che per il 2019 “i risparmi di spesa o le maggiori entrate conseguenti al minor utilizzo” delle due misure “costituiscono economia di bilancio e sono destinati al miglioramento dei saldi di finanza pubblica”.

Il governo aveva tuttavia la necessità di contabilizzare queste maggiori risorse emerse subito per far fronte alla minaccia di procedura d’infrazione da parte dell’Unione Europea.

L’operazione dovrebbe essere in grado di sbloccare il braccio di ferro con la Ue.

Come conseguenza dei due provvedimenti deficit-Pil di quest’anno scende al 2,04 per cento dal 2,4 indicato nel Def (Documento di economia e finanza) dell’aprile scorso.