Pensioni scuola: quota 102, opzione donna e altri aggiornamenti

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla questione del pensionamento del personale scolastico.

DOMANDA n. 1

Icotea

Se nella legge di bilancio 2022 dovessero approvare quota 102 per il pensionamento con 63 anni di età e 39 di contributi, riapriranno i termini per la domanda di quiescenza?

RISPOSTA

Si deve attendere l’approvazione della legge di bilancio 2022 (Dicembre 2021) per capire quali saranno i requisiti per fare domanda di pensionamento con la cosiddetta quota 102 e se verrà applicata anche al personale scolastico a partire dalla finestra dell’1 settembre 2022. Se dovesse esistere quota 102 per il pensionamento di docenti, personale Ata e dirigenti scolastici, a partire da settembre 2022, è chiaro che si dovranno riaprire i termini a gennaio-febbraio 2022

DOMANDA n. 2

Sono una docente donna con 41 anni e 10 mesi di contributi versati al 31 agosto 2022, compirò 65 anni a giugno 2022, posso fare domanda per il trattenimento in servizio per l’anno scolastico 2022/2023?

RISPOSTA

No, non potrà fare domanda di trattenimento in servizio. L’Amministrazione ha l’obbligo di collocare a riposo il dipendente, che abbia raggiunto i requisiti per la pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne, 42 anni e 10 mesi per gli uomini), al compimento del limite ordinamentale per la permanenza in servizio, ossia a 65 anni entro il 31 agosto 2022.

DOMANDA n. 3

Posso aderire, per andare in pensione, all’opzione donna, avendo 59 anni che compirò a novembre 2021 e 37 anni di contributi al 31 agosto 2022?

RISPOSTA

Sulla modalità di pensionamento “Opzione donna” dovrà intervenire la legge di bilancio 2022 per garantirne il suo mantenimento. Dalle dichiarazioni fatte dal Presidente del Consiglio Draghi, questa modalità pensionistica verrà prorogata anche per il 2022. Quindi avendo raggiunto i 58 anni entro dicembre 2020 e 35 di contributi entro il dicembre 2020, potrà fare domanda di pensionamento entro il 31 ottobre 2021.