Home Archivio storico 1998-2013 Generico Per i geografi i disastri territoriali figli dell’antropizzazione del territorio: se ne...

Per i geografi i disastri territoriali figli dell’antropizzazione del territorio: se ne parlerà nel convegno di Civitavecchia

CONDIVIDI
  • Credion
Si svolgerà dal 17 al 22 novembre a Civitavecchia il 54° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG): quest’anno l’appuntamento annuale sarà dedicato a Paesaggi costieri e vocazioni marittime Scale geografiche a confronto. Il convegno dei geografi – organizzato dall’Aiig e dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera – si terrà presso il teatro comunale Traiano, la sala dell’Autorità portuale, la sala del Consiglio Comunale e il Forte Michelangelo.
Gli organizzatori hanno diviso i contenuti culturali dell’evento in tre grandi tematiche. La prima riguarda le relazioni uomo-ambiente, con particolare riferimento all’interfaccia terra-mare che vedrà confrontarsi personalità del mondo accademico e scientifico sul tema Mediterraneo, Italia, Lazio: scale geografiche a confronto. La seconda ha come argomento principale la didattica della geografia che avrà come riferimento la sessione Insegnare il mare. Paesaggi, temi e problemi dell’ambiente marittimo in Italia e nel bacino Mediterraneo e il forum Ricerca e didattica per l’educazione all’ambiente marino. La terza tematica sarà incentrata sul ruolo del centro urbano di Civitavecchia, del suo porto in una prospettiva locale e internazionale e delle personalità che hanno dato lustro alla città.
I geografi hanno anche annunciato che affronteranno i temi di stretta attualità, come l’emergenza territoriale che i tragici fatti avvenuti di recente hanno riproposto con forza all’attenzione dell’opinione pubblica. Soprattutto si soffermeranno sulle frequenti analisi, attraverso cui hanno più volte ed in tempi non sospetti evidenziato il rischio ambientale innescato dall’eccessiva antropizzazione del territorio: “la situazione di pericolo – hanno spiegato – è stata troppo sottovalutata”.
Parleranno, inoltre, della recente penalizzazione della materia di Geografia, introdotta con la riforma della scuola secondaria di secondo grado: “non va certo nella giusta direzione, ovvero – sostiene l’Aiig – quella di offrire gli strumenti più idonei agli studenti per una adeguata cultura del territorio”.
Nel corso della manifestazione verrà consegnato il “Premio Geografia” al geologo Mario Tozzi “per la preziosa di divulgazione geografico-ambientale, a favore della formazione dei giovani e dell’educazione permanente”.
Saranno parte integrante dell’Evento due mostre fotografiche e documentarie (dal titolo “Paesaggi costieri: tracce di contesti frammentati“ e “Civitavecchia ieri e oggi: le fonti cartografiche storiche nella lettura delle trasformazioni territoriali”), tavola rotonde di approfondimento su Fotografia e geografia, Civitavecchia e i suoi personaggi illustri.
La giornata di domenica 20 novembre sarà dedicata alla Festa della Geografia, che avrà luogo a Civitavecchia e nei comuni di Tolfa e Allumiere.
In parallelo si svolgeranno anche i lavori del 6° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia Giovani (AIIGiovani).