Home Attualità Pillola Pfizer in arrivo a febbraio. Aifa: “efficace nel ridurre dell’88% il...

Pillola Pfizer in arrivo a febbraio. Aifa: “efficace nel ridurre dell’88% il rischio di ospedalizzazione e morte”

CONDIVIDI

Il bollettino di ieri, venerdì 28 gennaio ha mostrato un aumento dei contagi covid che arrivano a +143 mila nuovi casi e 378 morti. Nonostante l’alto numero, Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, ha commentato che “la curva è in calo e che emerge una minore pressione sugli ospedali, calano incidenza e Rt”.

Arriva in Italia la pillola Pfizer

L’agenzia italiana del farmaco, Aifa, ha reso noto che è in arrivo la pillola anti covid Pfizer – capace di abbattere il rischio di ricovero in ospedale. Secondo l’ente, la pillola sarà disponibile già dalla prima settimana di febbraio 2022. Nella seduta del 28 gennaio, la Cts dell’agenzia ha definito i criteri di utilizzo dell’antivirale orale per la cura del covid. Paxlovid, che nello studio registrativo si è dimostrato efficace nel ridurre dell’88% il rischio di ospedalizzazione e morte, è indicato – spiega ancora l’Aifa – per il trattamento di “pazienti adulti con infezione recente da Sars-CoV-2 con malattia lieve-moderata che non necessitano di ossigenoterapia e con condizioni cliniche concomitanti che rappresentino specifici fattori di rischio per lo sviluppo di Covid-19 severo”.

Icotea

La situazione nelle scuole

I dati di monitoraggio sull’andamento pandemico in ambito scolastico relativi al periodo 17-22 gennaio sono a disposizione sul sito del MI, una rilevazione non perfetta ma significativa, che tiene in considerazione l’84% circa delle scuole italiane (6.841 scuole su 8.157 scuole).

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha dichiarato che i dati saranno pubblicato con una cadenza settimanale in modo da andare incontro all’andamento della pandemia e alle richieste di famiglie e presidi.