Home Valutazioni Più euro per Invalsi meno per l’autonomia scolastica

Più euro per Invalsi meno per l’autonomia scolastica

CONDIVIDI
  • Credion

A tal proposito  l’Invalsi è autorizzato a integrare il programma straordinario di reclutamento a copertura di tutti i posti della dotazione organica già vacanti o che si renderanno tali entro il 31 dicembre 2015.

A questo onere, pari a 593mila euro il 2015 e 692mila euro a decorrere dal 2016, si provvede, come scrive Il Sole 24 Ore,  riducendo i fondi della legge 440 del 1997 per l’implementazione dell’offerta formativa.

Si ricorda che a decorrere dall’esercizio finanziario 1997, è istituito nello stato di previsione del Ministero della pubblica istruzione un fondo denominato “Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi” destinato alla piena realizzazione dell’autonomia scolastica, all’introduzione dell’insegnamento di una seconda lingua comunitaria nelle scuole medie, all’innalzamento del livello di scolarità e del tasso di successo scolastico, alla formazione del personale della scuola, alla realizzazione di iniziative di formazione post-secondaria non universitaria, allo sviluppo della formazione continua e ricorrente, agli interventi per l’adeguamento dei programmi di studio dei diversi ordini e gradi, ad interventi per la valutazione dell’efficienza e dell’efficacia del sistema scolastico, alla realizzazione di interventi perequativi in favore delle istituzioni scolastiche tali da consentire, anche mediante integrazione degli organici provinciali, l’incremento dell’offerta formativa, alla realizzazione di interventi integrati, alla copertura della quota nazionale di iniziative cofinanziate con i fondi strutturali dell’Unione europea.

Icotea