Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Premio della Bontà”, a Catania premiata anche una scolara

“Premio della Bontà”, a Catania premiata anche una scolara

CONDIVIDI
  • Credion
Dopo le edizioni di Padova, Assisi, Città del Vaticano e Trento, quest’anno la manifestazione conclusiva del “Premio internazionale della Bontà” – promosso dall’Associazione “Comitato della Croce” di Cavarzere, in provincia di Venezia – si terrà a Catania.
Un prologo alla manifestazione è in programma venerdì 21 dicembre, alle ore 11.30, presso il liceo socio-psico-pedagogico “Lombardo Radice”, dove la signora Rosarina de Fatima Sampaio da Silva, brasiliana, originaria di Caucaia e residente a Fortaleza, incontrerà gli alunni del corso di scienze sociali per portare la sua testimonianza di donna impegnata nel volontariato in difesa della dignità della donna, contro la prostituzione, il “turismo sessuale” di cui sono vittime i giovani e i bambini delle zone più povere soprattutto nelle metropoli del mondo, lo sfruttamento dei minori e dei ragazzi di strada, a favore dei i quali (molti senza genitori, vittime della droga e considerati merce di scambio) Rosarina Sampaio da Silva svolge un’azione educativa. 
L’incontro, promosso da Gabriella Chisari, dirigente scolastico dell’istituto “Lombardo Radice” sarà introdotto dal preside Giuseppe Adernò, che partecipa all’organizzazione del premio.         
Il momento più atteso della manifestazione è in programma nella serata del 22 dicembre (ore 19.30), quando presso la Chiesa di Sant’Agata al Borgo, nel capoluogo etneo, avverrà l’assegnazione dei premi della Bontà, che quest’anno sono attribuiti alla brasiliana Rosarina de Fatima Sampaio da Silva, a Chiara Amirante, impegnata nel servizio di assistenza dei “barboni” della città di Roma (tramite l’associazione “Nuovi orizzonti “ ha costituito una rete di cooperazione dei servizi di assistenza) e alla piccola Denise Guarnera del quartiere San Giorgio di Catania, segnalata per la generosa assistenza dei fratellini più piccoli e che “nonostante le difficoltà della vita quotidiana non trascura il suo impegno di scolara partecipativa e diligente”.

Nel corso della manifestazione, che prevede la partecipazione di diversi gruppi corali e di giovani musicisti, saranno consegnati dei riconoscimenti ai rappresentanti delle forze dell’ordine e ai magistrati, vittime della criminalità. Sarà inoltre ricordato l’ispettore Filippo Raciti e verranno consegnate le pergamene del Premio regionale “Il Positivo” promosso dall’istituto scolastico “Giuseppe Parini” di Catania, per il quale sono stati segnalati 125 studenti delle nove province della Sicilia.