Home Alunni Protocollo d’intesa tra Miur e Conftrasporto

Protocollo d’intesa tra Miur e Conftrasporto

CONDIVIDI

Il Miur e Conftraporto, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità e nel rispetto dei principi e delle scelte di autonomia scolastica, con il presente Protocollo d’intesa intendono promuovere la collaborazione, il raccordo ed il confronto tra il sistema educativo di istruzione e formazione e il sistema delle

imprese, al fine di:

Icotea

 

  • favorire lo sviluppo delle competenze degli studenti nel settore di riferimento;

  • coniugare le finalità educative del sistema dell’istruzione e istruzione e formazione professionale in raccordo con le esigenze del mondo produttivo del settore, nella prospettiva di una maggiore integrazione tra scuola e lavoro.

Il MIUR e CONFTRASPORTO si impegnano a:

 

1. Promuovere, nell’ambito della modalità di studio dell’alternanza scuola-lavoro, attività formative a Bruxelles sulle politiche dei trasporti per gli studenti delle scuole italiane;

2. Permettere agli studenti di apprendere, in moduli orari da concordare, conoscenze tecniche sulle politiche europee dei trasporti, all’interno di seminari e/o lezioni appositamente organizzati presso la sede di Bruxelles di Confcommercio alla presenza dei tecnici della Commissione Europea;

3. attivare iniziative di informazione rivolte agli studenti e ai docenti delle Istituzioni scolastiche del settore al fine di rendere i percorsi formativi quanto più connessi alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro;

4. Introdurre gli studenti alla mobilità lavorativa, all’interno dell’UE;

5. Concepire le attività seminariali, in modo da favorire la pratica delle lingue comunitarie, riconosciute come lingue di lavoro all’interno delle Istituzioni Europee: lingua inglese, lingua francese e lingua tedesca;

6. formulare proposte congiunte per favorire la programmazione, da parte delle Istituzioni scolastiche, nell’ambito della flessibilità organizzativa e gestionale derivante dall’autonomia, di specifiche attività volte ad integrare l’offerta formativa, elaborando, ad esempio, unità formative concernenti competenze richieste dallo specifico mercato del lavoro.