Home Personale Prove Invalsi 2020, cosa bisogna fare entro il 30 novembre

Prove Invalsi 2020, cosa bisogna fare entro il 30 novembre

CONDIVIDI

Nei giorni scorsi abbiamo dato notizia della pubblicazione da parte di INVALSI di due documenti:

I due documenti contengono anche lo scadenzario da rispettare.

Nell’ambito delle date riportate, ricordiamo cosa bisogna fare entro il 30 novembre.

ICOTEA_19_dentro articolo

Diagnostic Tool

Per le scuole secondarie di I e II grado INVALSI mette a disposizione delle scuole uno strumento automatico di diagnostica (Diagnostic tool), mediante il quale è possibile verificare la qualità della connessione e le principali caratteristiche dei computer che saranno usati per la somministrazione delle prove INVALSI CBT.

L’utilizzo del Diagnostic tool richiede l’esecuzione dei seguenti passaggi:

  1. fare clic sul link disponibile nell’area riservata alla segreteria scolastica del sito INVALSI;
  2. fare clic sul pulsante Inizio diagnostica.

È opportuno e importante eseguire il Diagnostic tool su tutti i computer che saranno utilizzati dagli studenti per lo svolgimento delle prove INVALSI CBT. Tutte le informazioni generate dal Diagnostic tool sono visualizzate sullo schermo e inviate automaticamente a INVALSI; non è quindi necessario che la scuola compia alcuna operazione. Ai fini della somministrazione delle prove, i parametri più importanti sono: Larghezza di banda e Compatibilità del browser.

Il Diagnostic tool deve essere eseguito su tutti i computer della scuola entro il 30 novembre 2019. 

Richieste di posticipo per le classi II e V di scuola primaria

L’istituzione scolastica può chiedere il posticipo dello svolgimento delle prove 2020 per la scuola primaria, solo a condizione che dimostri di aver preso un impegno prima del 30 agosto 2019, data di pubblicazione sul sito INVALSI dei giorni di svolgimento delle prove INVALSI 2020.

La documentazione che giustifica la richiesta di rinvio deve riportare la data di protocollo precedente al 30 agosto 2019. La richiesta deve essere protocollata e firmata dal Dirigente Scolastico. La richiesta deve poi essere scansiona e inviata all’INVALSI tramite il modulo Domande&Risposte e per conoscenza al referente regionale.

Il posticipo è da ritenersi accordato solo dopo aver ricevuto l’autorizzazione scritta dell’INVALSI. Le richieste di posticipo dovranno pervenire entro il giorno 30 novembre 2019.

Date per le somministrazioni posticipate

  • 13 maggio 2020 – II e V PRIMARIA: prova di Italiano
  • 14 maggio 2020 – II e V PRIMARIA: prova di Matematica
  • 18 maggio 2020 – V PRIMARIA: prova di Inglese

TUTTO SULLE PROVE INVALSI

CONDIVIDI