Home Alunni Quanto vale l’istruzione se i diplomati non lavorano?

Quanto vale l’istruzione se i diplomati non lavorano?

CONDIVIDI

Si potrà conoscere la tipologia di contratto sottoscritto, il settore economico d’impiego, e i tempi d’attesa: tutte informazioni utili anche allo stesso Governo per calibrare gli interventi contro la disoccupazione giovanile.

Le scuole avranno un ruolo importante: da oggi, annuncia il Miur, è operativa la piattaforma web che gli istituti implementeranno nei prossimi mesi per produrre il loro primo rapporto di autovalutazione. «Uno strumento fondamentale per supportare il miglioramento del sistema di istruzione, che si apre finalmente alla valutazione e alla trasparenza», sottolinea il sottosegretario, Davide Faraone.

Le informazioni a disposizione dei genitori, scrive anche Il Sole 24 Ore, saranno molteplici: dalle attività della scuola, ai fondi a disposizione, dalle notizie sugli insegnanti, agli esiti degli apprendimenti. E ora anche l’occupazione: «Diamo importanza pure alla valutazione differita – spiega la numero uno dell’Invalsi, Anna Maria Ajello -. Anche perché le competenze acquisite sui banchi sono fondamentali sempre». 

Icotea