Home Attualità Ritorno a scuola, il personale va formato: l’Usr Calabria brucia i tempi

Ritorno a scuola, il personale va formato: l’Usr Calabria brucia i tempi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Come si gestirà la fase 2 del Covid-19 quando si tornerà a scuola? Se ne parla molto, con il protocollo sulla sicurezza in via di definizione. Intanto, il personale attende di essere informato e formato. Ci sono delle realtà territoriali che già si stanno muovendo. Come l’Ufficio scolastico regionale della Calabria.

Il direttore generale Maria Rita Calvosa ha già realizzato un primo incontro di formazione, rivolto a tutto il personale dell’Usr, estendendolo anche al personale degli Ambiti territoriali di Catanzaro, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria e Vibo Valentia, oltre che ai dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado della Calabria.

La formazione svolta in Calabria

L’evento si è svolto on line il 26 maggio, con circa 600 partecipanti: ha riguardato i temi specifici dell’emergenza da Coronvirus e le misure di contenimento dal contagio, affrontando gli aspetti medico-scientifici, quelli d’igiene delle comunità, quelli della responsabilità dei datori di lavoro e quelli relativi alle misure di contenimento nei luoghi di lavoro, in relazione alla Fase 2 dell’emergenza epidemiologica.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Grazie ad un accordo trilaterale tra USR, UMG di Catanzaro e il Dipartimento di Presidenza della Regione Calabria – spiega l’Usr calabrese – si è potuta avviare una proficua collaborazione con l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, grazie al Magnifico Rettore Prof. Giovambattista De Sarro; ciò ha permesso che la formazione si potesse avvalere di altissimi professionisti, quali il Direttore dell’UO di Malattie Infettive e Tropicali, Prof. Carlo Torti, della Prof.ssa Aida Bianco, Direttore dell’U.O. di igiene e salute e del Prof. Umberto Gargiulo, docente di Diritto del Lavoro, presso l’UMG di Catanzaro. Per il Dipartimento di Presidenza della Regione Calabria, grazie al Dirigente Generale Fortunato Varone, è intervenuto il Dott. Luigi Maria Mollica, Responsabile dell’U.O. di programmazione della Protezione Civile”.

La formazione è stata aperta dai saluti del Direttore Generale dell’USR per la Calabria, Maria Rita Calvosa e dal Magnifico Rettore dell’Università, Giovambattista De Sarro, è stato invece il dott. Mollica a portare i saluti del Dott. Fortunato Varone, Dirigente Generale dell’Unità di crisi Covid 19 della Regione Calabria, i firmatari del propedeutico e specifico accordo tra le tre istituzioni.

Grande spirito di collaborazione

“L’intero percorso formativo – si legge ancora nella nota – è stato reso completamente gratuito e senza alcun costo per le amministrazioni, grazie al grande spirito di collaborazione, personale prima e istituzionale poi, di tutti gli attori che, a diverso titolo, hanno collaborato: il Magnifico Rettore De Sarro e il Dg Varone, firmatari dell’intesa propedeutica, ma anche degli illustri relatori Prof. Torti, la Prof.ssa Bianco, il Prof. Gargiulo dell’Umg, e il dott. Mollica della Protezione Civile, che hanno messo a disposizione gratuitamente la loro alta competenza e il loro prezioso tempo; altrettanto disponibile il Distretto Lions 108YA, che ha messo a disposizione gratuitamente per la scuola la Piattaforma Lirax, piattaforma con capienza di oltre 10.000 account e con la possibilità della certificazione della formazione in automatica, in considerazione dell’alto numero dei partecipanti; preziosa la collaborazione con l’Associazione Internazionale DiCultHer e meticolosa e paziente l’assistenza continua e costante fornita dai componenti dell’Equipe formativa territoriale dell’Usr per la Calabria e di alcuni dei docenti animatori digitali della “Solidarietà” organizzata dall’Usr; infine la Prof.ssa Mauro, la Prof.ssa Marino e il Prof. Masciari dell’USR per la Calabria, che hanno organizzato e coordinato tutto con il supporto tecnico della prof.ssa Lucia Abiuso, quale referente del Piano Nazionale Scuola Digitale dell’USR, e del dott. Giulio Benincasa dell’Ufficio III dell’Usr”.

Dall’Usr si augurano che “la formazione possa contribuire alla corretta ripresa delle attività, soprattutto negli uffici che già stanno lavorando, per gran parte in modalità agile, per l’avvio del prossimo anno scolastico, per la serenità necessaria e per il benessere dei lavoratori sui luoghi di lavoro”.

Il primo di una serie in incontri

La formazione dei dirigenti scolastici si prevede possa attivare con ulteriori singoli corsi di formazione, anche negli specifici ambiti di riferimento e nelle comunità scolastiche di pertinente responsabilità.

Il Direttore Generale Calvosa ritiene, a questo proposito che “la conoscenza specifica e particolareggiata della situazione contingente, rimane al momento l’unica arma possibile per poter convivere con tale emergenza sanitaria, che tanto ha messo a dura prova il Paese; pertanto tutti, datori di lavoro e lavoratori insieme, devono ritrovare la maniera più serena possibile perché la macchina possa ripartire e si possa lavorare in tranquillità, seguendo la normativa ordinaria e straordinaria imposta dalla dichiarazione di emergenza ancora in corso”.

Preparazione concorso ordinario inglese