Home Attualità Ritorno in classe a rischio? Secondo gli esperti probabile quarta ondata a...

Ritorno in classe a rischio? Secondo gli esperti probabile quarta ondata a settembre

CONDIVIDI
  • Credion

La variante Delta sta provocando un’impennata di casi, soprattutto nel Regno Unito. In Italia il numero dei contagi rischia di salire già da fine luglio, arrivando a una quarta ondata agli inizi di settembre.

Il Corriere riporta alcune stime provenienti da un report riservato messo a disposizione del governo in queste ore. Secondo il documento, il rischio di un mancato tracciamento dei casi è quello di arrivare a fine luglio con circa 3 mila nuovi positivi al giorno, e al 30 agosto con 11 mila casi ogni 24 ore. Una possibilità che metterebbe a rischio l’inizio dell’anno scolastico, al momento programmato in presenza e senza nessun rinvio.

Icotea

Si parla di “mancato tracciamento” in quanto si sta attuando, secondo la relazione, “un continuo calo dei tamponi che porta al ribasso i nuovi positivi individuati”. Secondo gli esperti, «un tracciamento efficace prevede di effettuare almeno 300 mila test al giorno per non sottovalutare il rialzo che avverrà nelle prossime settimane, con l’80% di molecolari».

“Il vero nodo è quale riflesso avrà l’innalzamento dei contagi in termini di ospedalizzazioni e decessi” spiega il ministro della Salute Roberto Speranza, “rispetto agli altri Paesi già fortemente colpiti dalla variante Delta noi per fortuna siamo indietro, quindi possiamo osservare quel che accade altrove”.