Home Alunni Robotica, torna la “RomeCup”: la competizione tra i robot che creano lavoro

Robotica, torna la “RomeCup”: la competizione tra i robot che creano lavoro

CONDIVIDI
  • GUERINI

Torna a Roma la “RomeCup, l’eccellenza della Robotica a Roma”: la rassegna del 2014, giunta all’ottava edizione, si svolgerà dal 19 al 21 marzo prossimi e prevede una “formula multi evento e più location diffuse” per animare centro e periferia della città. Attraverso gare, laboratori, area dimostrativa, workshop, che svolgeranno nella capitale tra Città Educativa, Tempio di Adriano, Ipsia Cattaneo e Campidoglio,  100 squadre provenienti dalle scuole di 13 regioni italiane si contenderanno il prestigioso premio.

COMPETIZIONI: per l’8° Trofeo Internazionale Città di Roma di Robotica le categorie in gara sono Soccer (primary/secondary Open League/secondary Light Weight), Dance (primary/secondary), Rescue (primary/secondary), Explorer (junior/senior). Per le selezioni nazionali Robocup Junior le categorie sono Soccer (primary A secondary Open League/secondary Light Weight) e Cospace Theatre. All’Ipsia Cattaneo si svolgono le gare di Explorer e Rescue. Tutte le altre gare sono al Tempio di Adriano. Finali e premiazione l’ultimo giorno in Campidoglio. In gara anche i robot programmati dai bambini della scuola primaria e, per la prima volta, esordisce un team di Scampia nella sfida tra “robot soccorritori”.

Icotea

LABORATORI: gli studenti di ogni ordine e grado hanno a loro disposizione 20 laboratori interattivi per scoprire la robotica e le sue numerose applicazioni: dalle prime esperienze di coding per i principianti ai programmi di simulazione e automazione industriale. E non mancano le attività di robotica educativa sperimentate con successo negli ospedali pediatrici di Genova e Milano, i nuovi “braccialetti rossi” della robotica.

AREA DIMOSTRATIVA: aziende, centri di ricerca, università e scuole di ogni ordine e grado portano l’eccellenza italiana della robotica a Roma. Oltre 50 stand con prototipi industriali e di servizio, animati da giovani ricercatori, per scoprire come funziona un esoscheletro o una mano protesica, in grado di afferrare qualsiasi oggetto, oppure l’automobile dedicata ai guidatori con problemi di udito. E ci sono anche i robot “sottocosto” realizzati da una scuola per creare strumenti di robotica educativa alla portata di tutti.

PORTALE RETEROBOTICAEDUCATIVA.ORG è il primo “Sistema di orientamento multisettoriale” dedicato ad aziende, centri di ricerca, scuole e università. Uno strumento concreto per far dialogare i diversi soggetti della Rete multisettoriale della robotica educativa, facilitare lo scambio di soluzioni e l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

PALESTRA DELL’INNOVAZIONE (Phyrtual innovationGym) è un ambiente fisico-virtuale per la pratica dell’innovazione in tutte le sue espressioni (tecnologica, sociale e civica). Lo spazio, aperto al territorio, al mondo della scuola, alle imprese, alle università, ha come cuore pulsante i giovani. La sera del 20 marzo alle 19.30 presso la Città educativa di Roma viene presentato l’intero progetto e inaugurato il primo Fab Lab romano costruito secondo le indicazioni del MIT’s Center for Bits and Atoms. Il nuovo spazio, dedicato alla fabbricazione tradizionale e digitale, è animato dai nuovi artigiani, i makers.

ESIBIZIONI DI ROBOT UMANOIDI: sono curate dal Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale “Antonio Ruberti” (Diag) dell’Università Sapienza di Roma e si svolgono per l’intera giornata del 19 marzo al Tempio di Adriano. Per la sfida calcistica scendono in campo le squadre “Spqr” e “Nao Roma”, ciascuna composta da due giocatori, attaccante e portiere.

FINALI E CERIMONIA DI PREMIAZIONE: il terzo giorno si tengono in Campidoglio, nella Sala della Protomoteca, le fasi finali delle competizioni e la cerimonia di premiazione delle squadre vincitrici.

Vengono assegnati nove premi, uno per ogni categoria in gara.