Home Archivio storico 1998-2013 Generico Rolls-Royce ospita studenti e contribuisce alla loro formazione

Rolls-Royce ospita studenti e contribuisce alla loro formazione

CONDIVIDI
  • Credion
Al workshop hanno partecipato 30 studenti da 15 università di 10 paesi europei, e il gruppo più consistente è stato quello italiano. Hanno partecipato infatti otto studenti italiani iscritti al Politecnico di Milano, all’Università di Padova e all’Università di Pisa. (vedi foto di gruppo)
Gli studenti europei si sono dedicati per tre settimane a progettare un sistema energetico integrato per un veicolo senza pilota (UAV – unmanned aerial vehicle).
Ingegneri Rolls-Royce erano presenti per assistere e guidare le due squadre di studenti mentre sviluppavano i loro progetti; l’università di Sheffield, in Inghilterra, ha fornito supporto tecnico e lezioni svolte dai suoi docenti. Durante il workshop gli studenti hanno visitato gli stabilmenti Rolls-Royce a Derby e l’Advanced Manufacturing Research Centre a Sheffield, che opera in collaborazione con Boeing. 
I progetti finali delle squadre sono stati presentati ad un gruppo di esperti, tra cui ingegneri Rolls-Royce e docenti. 
Le valutazioni hanno tenuto conto di vari criteri, compresi innovazione, presentazione e argomentazione tecnica. 
“Il livello di innovazione quest’anno ci ha colpito veramente” sserva Ric Parker, Direttore Ricerca e Tecnologia di Rolls-Royce; “Abbiamo scelto gli Uav perché sono fra i prodotti più innovativi per il futuro della difesa, e questo aspetto è stato molto evidente nei progetti presentati. Chissa se alcuni di questi concetti non verranno applicati nel futuro”.
Quest’anno, per l’Italia, i partecipanti sono stati: Paolo Pisani, Lorenzo Gobbi e Alex Panzeri – Politecnico Milano Stefano Vianello – Universita degli Studi Di Padova; Gianluca Maggiani, Roberta Gutelli, Chiara Chiocciara and Roberto Murgia –  Universita degli Studi Di Pisa.