Home Archivio storico 1998-2013 Handicap Scuola in ospedale, arrivano i fondi

Scuola in ospedale, arrivano i fondi

CONDIVIDI
  • Credion

La scuola in ospedale è diffusa in tutti gli ordini e gradi di scuola e la sua presenza nelle strutture ospedaliere garantisce ai bambini e ai ragazzi ricoverati il diritto all’istruzione come diritto a conoscere e ad apprendere in ospedale, nonostante la malattia. 

In molti casi essa permette ai ragazzi e alle loro famiglie di continuare a sperare, a credere e a investire sul futuro.
Nella circolare n. 108 del 5 dicembre 2007, il Ministero della pubblica istruzione, oltre a dare le indicazioni sulla funzione del docente nelle strutture ospedaliere e nel servizio domiciliare, trasmette anche un monitoraggio (Tabella 1) nel quale si trasmettono i dati relativi agli studenti degenti in ospedale. Dalla lettura della Tabella si evince che la degenza in ospedale più diffusa è quella breve (1-7 giorni) e che gli studenti più numerosi sono quelli iscritti alla scuola primaria.

Sempre alla circolare n. 108 è allegata un’altra indagine (Tabella 2) relativa all’istruzione domiciliare con un panorama chiaro e articolato sul numero dei progetti e di ore erogate per ciascun ordine di scuola. 
Altra Tabella importante, allegata alla disposizione ministeriale, riguarda la ripartizione dei fondi, regione per regione. 
Alle regioni va un totale di 1.030.000,00 euro per la scuola in ospedale; 970.000,00 euro per l’istruzione domiciliare con una sola “quota portale” per il Lazio di 100.000,00 euro. A quest’ultimo è andata la cifra più alta, 350.569,00 euro, mentre la più bassa è stata attribuita al Molise, 9.915,00 euro. Superano i 200.000 euro la Campania (225.032,00); l’Emilia Romagna (217.595,00); la Lombardia (204.109,00). Superano appena i 100.000 euro la Puglia (107.913); la Sicilia (139.882,00); il Piemonte (142.980,00) e il Veneto (153.498,00).
I fondi sono stati previsti nella Direttiva n. 81 del 5 ottobre 2007 (registrata dalla Corte dei Conti in data 31 ottobre 2007, registro 6, foglio 360), al punto 1, lettera d).
La Direttiva prevede l’utilizzo, per l’anno 2007, della somma di euro 185.895.533,44 euro per la realizzazione degli interventi prioritari per la scuola.

Icotea

Nel box “Approfondimenti” è possibile visionare la circolare n. 108 del 5 dicembre 2007 con i relativi allegati.