Home Attualità Scuola Veneto, truffa delle vaccinazioni tra il personale scolastico?

Scuola Veneto, truffa delle vaccinazioni tra il personale scolastico?

CONDIVIDI
  • GUERINI

Continua la vaccinazione del personale della scuola in Veneto, con l’urgenza prodotta anche dalla circolazione della variante inglese. Ne parla l’assessora alla Salute della regione Veneto Manuela Lanzarin. Il tema alla ribalta è quello delle truffe sulle vaccinazioni, da parte di alcuni operatori del mondo della scuola (forse insegnanti) che avrebbero fatto la prenotazione non solo per se stessi ma anche per altri, utilizzando il proprio codice fiscale.

Succede a Padova e riguarderebbe, probabilmente, una decina di casi. Viene riferito nell’ambito della conferenza stampa della regione Veneto, tenuta dall’assessora alla Salute, che in merito ha chiesto una relazione alle Usl per capire se si tratti di una situazione circoscritta o più ampia.

Icotea

Vaccinazione AstraZeneca anche per gli autisti di scuolabus?

Un altro tema affrontato in conferenza stampa: vaccinazione anche per gli autisti di scuolabus? Il buon senso dice di sì, risponde l’assessora. Tutto il personale docente e non docente, a contatto con gli studenti, ha diritto ad essere vaccinato e così, garantisce Manuela Lanzarin, gli autisti degli scuolabus saranno inclusi.

Docenti precari fuori dalla campagna vaccinale

All’attenzione dell’assessora Lanzarin vengono segnalati anche i docenti precari non contattati ai fini della vaccinazione a Padova. Non è ben chiaro se saranno inclusi in questa fase di vaccinazione o meno. L’assessore rassicura: l’intenzione è quella di tutelare tutta la categoria, a prescindere dallo status di ruolo o di precario. Rimane, invece, il gap degli over 65 anni, che tuttavia non sono tantissimi nel settore scuola. Per loro, quando sarà il momento, Pfizer e Moderna.

Infine in conferenza stampa viene trattato il caso degli insegnanti che lavorano in Veneto ma che non sono residenti in Veneto: ai fini della vaccinazione, qualora non fossero pendolari (ad esempio gli insegnanti del sud), saranno comunuque messi in condizione di vaccinarsi in regione, assicura l’assessora.

LEGGI ANCHE

CORSI DI PREPARAZIONE
Videolezioni e risorse on line
fruibili 24 ore su 24
Info e iscrizioni