Home Attualità Scuole Bolzano: anche se in zona rossa, continuano in presenza

Scuole Bolzano: anche se in zona rossa, continuano in presenza

CONDIVIDI

La Provincia autonoma di Bolzano non ci sta a passare in zona rossa e quindi decide di restare in zona gialla.

“I nostri esperti sulla base dei dati sull’attuale situazione epidemiologica e degli sviluppi costantemente monitorati sono giunti alla conclusione che le regole attualmente in vigore possono essere confermate come tali, e che la riclassificazione dell’Alto Adige come “zona rossa” è avvenuta valutando in modo inadeguato alcune delle specificità altoatesine”. Lo hanno comunicato il presidente Arno Kompatscher e l’assessore provinciale alla salute Thomas Widmann in una conferenza stampa al termine della riunione straordinaria della Giunta provinciale, annunciando di voler mantenere in vigore le norme stabilite con l’ordinanza n. 1 del 2021. 

Icotea

Le scuole restano in presenza

Con la nuova ordinanza n. 2 restano infatti in vigore le misure già previste, salvo alcune piccole modifiche, che non interessano però la scuola.

Infatti, si legge in un comunicato sul sito della Provincia, che le scuole restano aperte per la didattica in presenza così come sinora stabilito dalle norme vigenti per ciascun ordine scolastico.

Ricordiamo che le scuole di Bolzano di ogni ordine e grado sono state le prime a riaprire in presenza il 7 gennaio scorso.

Riconsiderare i dati alla base della riclassificazione

La decisione del Governo rispetto alla classificazione dell’Alto Adige da zona gialla a zona rossa è stata accolta “con grande sorpresa” dalla Giunta. Per questo l’esecutivo ha chiesto subito all’Azienda Sanitaria un approfondimento relativo ai dati e si è riunito in seduta straordinaria.

L’Alto Adige avvierà un confronto diretto con il Governo, illustrando i dati forniti dall’Azienda Sanitaria e chiedendo una riclassificazione. Fino a quando non arriverà risposta dal Governo, saranno mantenute in vigore le norme sin qui in essere.