Home Didattica “Shakespeare lives in Italy”: a 400 anni dalla morte

“Shakespeare lives in Italy”: a 400 anni dalla morte

CONDIVIDI

“L’amore non muta in poche settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio. Se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto e nessuno ha mai amato”.

A recitare è Marco Presta del Ruggito del Coniglio, anche lui coinvolto nella grande campagna “Shakespeare lives in Italy”, una serie di eventi che nel 2016 renderanno omaggio al bardo di Stratford-upon-Avon a 400 anni esatti dalla sua morte (il 23 aprile 1616).

Icotea

Nel corso della conferenza stampa di presentazione a Villa Wolkonsky a Roma, il programma di Radio 2 “I provinciali” ha fatto uno scoop che poi non lo è affatto, visto che nelle università della Sicilia se ne parla da decenni, mentre uno storico di Caltagirone (CT) ne ha fatto pure un romanzo.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

Dice infatti Pif: “Abbiamo le prove che Shakespeare in realtà non era inglese, ma siciliano”.

E poi c’era il direttore del Globe Theatre di Roma, Gigi Proietti: “Ho imparato ad amarlo come un punto fermo nel millennio passato e non è soltanto teatrale, ma di cultura in generale”.

Da Venezia a Verona, da Roma a Messina, il grande poeta e drammaturgo britannico ha ambientato molte delle sue opere in Italia, ma pare non avere mai messo piede nel nostro paese. Il direttore del British Council Paul Sellers:”Shakespeare non è venuto qua, come sappiamo, ma sicuramente ha avuto una conoscenza molto profonda dell’Italia”.

Il progetto globale è promosso dal British Council e dall’Ambasciata britannica, e reso possibile grazie a un’incredibile numero di partnership. In Italia, solo per citarne alcune, Feltrinelli, Anci che porterà in alcune città la pellicola restaurata di Zeffirelli “Romeo e Giulietta”, Feltrinelli e la Rai in tutta la sua potenza (Rai5, Rai Storia, Rai Scuola, Caterpillar, Rainews24, ma anche Radio 2 con Caterpillar, I provinciali e Il ruggito del coniglio).

La presidente Monica Maggioni spiega: “Inserire nel nostro racconto quotidiano un recupero del genio di Shakespeare era un’operazione alla quale la Rai certamente non si poteva sottrarre, anzi”.