Home Ordinamento scolastico Sostegno e nuovo PEI, ecco la nota del Ministero dell’Istruzione

Sostegno e nuovo PEI, ecco la nota del Ministero dell’Istruzione

CONDIVIDI
  • Credion

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota N. 2567 del 23 agosto 2021 riguardo “l’aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità nella partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti”.

SCARICA LA NOTA

Si tratta, da quanto si legge nella nota, prot. 40 del 13 gennaio 2021 con cui il Ministero dell’Istruzione ha trasmesso alle Istituzioni scolastiche il D.M. 29 dicembre 2020, n. 182, “si forniscono le indicazioni per la corretta gestione e l’aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità nella partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti (ANS) sul SIDI, anche in riferimento agli adeguamenti in atto sulla piattaforma che recepiscono le novità introdotte”.

Icotea

“Con il D.M. 29 dicembre 2020, n. 182 – prosegue il documento – sono adottati il modello nazionale di piano educativo individualizzato (PEI), le correlate linee guida e le modalità di assegnazione delle misure di sostegno
agli alunni con disabilità di cui all’articolo 7 del D.Lgs 66/2017. In particolare, l’art. 4 comma 10 del D.M. n.182/2020 prevede che i componenti del GLO possano accedere alla partizione del sistema SIDI – Anagrafe degli alunni con disabilità, per consultare la documentazione necessaria”.

E, inoltre, la nota sottolinea “l’importanza di mantenere aggiornati i fascicoli degli studenti in tale partizione attraverso le funzioni disponibili sul SIDI attive per gli utenti abilitati e di allegare la necessaria documentazione ai fini di un corretto accesso alle informazioni secondo quanto previsto dalla normativa sulla privacy vigente.
A tal riguardo, si comunica che saranno rese disponibili nuove funzionalità al fine di agevolare la visualizzazione dei dati da parte dell’USR e di tutti gli utenti autorizzati all’accesso alle informazioni, in particolare dei componenti del GLO nell’ambito delle procedure finalizzate
all’individuazione del fabbisogno di risorse professionali per il sostegno didattico e l’assistenza”.

“Attraverso tali funzioni gli USR potranno scegliere se richiedere alle scuole del territorio di competenza il caricamento di tutta la documentazione relativa a ciascuno studente con disabilità o richiedere alle scuole solo l’inserimento di informazioni di sintesi presenti nei documenti, alternativamente al caricamento degli stessi. Le scuole avranno la possibilità di inserire in apposite sezioni le informazioni di sintesi, eventualmente richieste dall’ USR di competenza, e dichiarare
l’avvenuto aggiornamento del fascicolo”.

“Sempre nell’ottica di facilitare l’accesso alle informazioni, sono in fase di revisione ed integrazione i monitoraggi previsti per le attività di verifica degli USR; il tempestivo aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità è di fondamentale importanza al fine di rappresentare
correttamente l’effettiva presenza di tali alunni nell’istituzione scolastica.
Inoltre, l’art. 17 del D.M. n.182/2020 prevede che per l’esame della documentazione prevista possano essere effettuati accertamenti presso il competente ufficio INPS. Anche in questo caso sono stati previsti appositi servizi sulla partizione separata di ANS, a seguito di protocollo d’intesa MIINPS, che permettono di richiedere a INPS una verifica della certificazione 104 dell’alunno, da parte della scuola”.

“Si comunica anche che è in fase di definizione e sviluppo la versione digitale dei modelli di PEI i quali “sono da compilarsi in modalità telematica con accesso tramite sistema SIDI da parte delle Istituzioni scolastiche e dei componenti dei rispettivi GLO, i quali sono registrati e abilitati ad
accedere al sito con il rilascio di apposite credenziali”, secondo quanto previsto all’art. 19 comma 2 del suddetto decreto. Le funzioni saranno disponibili da settembre p.v. e con successiva comunicazione saranno fornite le indicazioni ed il manuale utente. Le usuali funzioni per
l’aggiornamento dei fascicoli presenti a sistema e per l’inserimento dei fascicoli eventualmente non ancora comunicati nella partizione separata di ANS sono invece sempre disponibili”.

“Infine, si ricorda di utilizzare la partizione separata di ANS anche ai fini dell’acquisizione delle informazioni utili per la definizione degli organici, la quale garantisce il pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa sulla privacy (GDPR 679/2016) anche per il trattamento dei dati relativi agli
alunni con disabilità”