Home Disabilità Sostegno, rinviato il Tfa. Sempre incertezze nel destino dei prof

Sostegno, rinviato il Tfa. Sempre incertezze nel destino dei prof

CONDIVIDI

Mancherebbero 52mila docenti di sostegno: i circa 200mila alunni disabili, considerando  un insegnante ogni due alunni disabili, dovrebbero essere seguiti da 97mila specializzati.

Invece, sostiene Anief, il ministero ha bandito un concorso per soli 9mila prof cosicchè anche quest’anno sono stati affidati tanti posti di sostegno a docenti di ruolo non specializzati.

Icotea

Solamente a Palermo ci sarebbe bisogno di 450 prof per cui  «Basterebbe ammettere i candidati ex specializzandi che hanno conseguito la specializzazione sul sostegno nei tempi previsti dal bando a partecipare alle prove suppletive del concorso a cattedre 2016. Se non lo fa il Miur, allora lo faccia il Consiglio di Stato che si è già espresso con un decreto monocratico in tal senso».

«È emblematico- continua Anief-  il caso del Piemonte, dove sebbene le scuole siano alla disperata ricerca di docenti di sostegno sono stati concessi, sommando tutte le province, appena 200 docenti da specializzare, mentre quest’anno sono andate a supplenza ben 1.240 cattedre di sostegno (solo a Torino 461). Una situazione non molto diversa è quella della Sardegna, dove su due atenei verranno specializzati appena 240 docenti: però, sempre nell’anno scolastico in corso, sono stati sottoscritti 644 contratti a tempo determinato su posti liberi».

 

{loadposition deleghe-107}

 

Inoltre, sempre secondo Anief, le date originariamente stabilite, il 19 e 20 aprile 2017,  coincidevano con due giorni durante i quali si terranno le prove suppletive del concorso a cattedra 2016: e chi fosse interessato ad entrambe le opportunità? Anche se il Miur, con una nota del 17 marzo 2017 ha comunicato il rinvio dei test preliminari a data da destinarsi, i bandi congelati e le proroghe a tempo indeterminato provocano incertezze e smarrimenti.