Home Didattica Sostenibilità ambientale attraverso l’alternanza

Sostenibilità ambientale attraverso l’alternanza

CONDIVIDI

A Bologna, sede del prossimo vertice dei G7 dedicato alle politiche ambientali dal 10 al 12 giugno, uniscono gli sforzi a favore dell’ambiente la Seaside, realtà italiana all’avanguardia nell’innovazione per l’efficienza energetica e l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna che, in collaborazione con l’ENEA e con il Comune di Bologna, lanciano la “White Energy Week”: primo e unico progetto di Alternanza Scuola-Lavoro in Italia dedicato ai temi dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale. 

 

{loadposition carta-docente}

Icotea

 

Già sperimentato presso il Liceo Malpighi di Bologna, il progetto prenderà il via ufficialmente nell’anno scolastico 2017/2018 e nasce sia per favorire la diffusione di una cultura incentrata sui valori della salvaguardia ambientale e sia per assicurare il sostegno a una formazione professionale dei giovani adeguata alle nuove sfide per un futuro sostenibile.

Tra le finalità dell’iniziativa, infatti, vi è quella di far sperimentare agli studenti un “mestiere del futuro”, avvicinandoli a nuove figure legate della green e white economy – come ad esempio l’EGE, Esperto in Gestione dell’Energia o l’Energy Manager – considerate tra quelle con maggiori opportunità di impiego nei prossimi anni. 

A partire dal coinvolgimento di circa 300 ragazzi in tutti i licei scientifici bolognesi, l’auspicio dei soggetti promotori è che la White Energy Week possa essere estesa nel breve periodo a tutto il territorio nazionale.

Il percorso didattico sperimentale di 40 ore co-progettato con le scuole e integrato con il programma curriculare prevede sessioni di formazione generale sull’efficienza energetica erogate dagli esperti di Seaside e dell’ENEA insieme ai docenti di fisica e scienze, esercitazioni pratiche e opportunità di training on the job, grazie a un tirocinio mirato alla redazione della diagnosi energetica delle imprese ospitanti