Home Alunni Sport all’aria aperta: in Germania la prima “strada dei giochi”

Sport all’aria aperta: in Germania la prima “strada dei giochi”

CONDIVIDI

Con la fine dell’anno scolastico si pone il problema per tutti i genitori di come organizzare il tempo libero ai loro bambini per il periodo estivo.

Dalla Germania arriva un bellissimo esempio: a Berlino hanno dedicato una strada “sicura” dove i bambini possono giocare in tutta tranquillità e all’aria aperta per tutto il periodo estivo.

Questa iniziativa, partita dai residenti del quartiere in seguito ad una petizione, hanno richiesto il permesso al comune per la chiusura della strada individuata dalle 14 alle 18. In queste ore la strada viene chiusa al traffico e sulla strada vige il divieto di sosta.

ICOTEA_19_dentro articolo

In questo modo la strada e i marciapiedi rimangono a completa disposizione dei bambini per i loro giochi.

Perché è importante e bella questa iniziativa?

Perché ad esempio  i giochi di strada di una volta stimolano la creatività, combattono la noia e soprattutto distolgono l’attenzione dagli  smartphone e videogiochi.

Fare dei disegni con i gessetti sull’asfalto, il gioco della corda, la campana, sono alcuni dei giochi che hanno fatto divertire intere generazioni di bambini quando non c’era la tecnologia attuale.

Se l’iniziativa avrà successo verrà mantenuta anche dopo il periodo estivo, assicurano i residenti, che si stanno battendo per questa bella causa dal 2015 quando la loro prima richiesta era stata purtroppo respinta.

E in Italia? L’idea di utilizzare alcune strade cittadine come aree per far giocare i bambini potrebbe offrire una valida alternativa ai videogiochi e facilitare il movimento fisico e lo sport utile per la crescita dei piccoli, combattendo anche l’obesità giovanile.

Purtroppo, tranne piccole eccezioni, le nostre città, i nostri quartieri sono spesso privi di aree verdi adattate e dedicate al gioco dei piccoli, dove possono avere la possibilità di giocare liberamente e fare sport all’aria aperta.

Mancano strutture libere, dove poter giocare a Basket, calcio, o altri sport.

In realtà basterebbe veramente poco sia in termini di costi e di tempo per avviare progetti ed iniziative che vadano in questa direzione.

Il tema della pratica dello sport è un fattore educativo e culturale sui cui le Istituzioni devono prendere il prima possibile delle iniziative, per non lasciare nelle sole mani delle famiglie l’onere della pratica sportiva dei ragazzi.