Home Personale Stipendi, differenza tra emissione ed esigibilità

Stipendi, differenza tra emissione ed esigibilità

CONDIVIDI
  • Credion

NoiPA ha pubblicato una slide in cui spiega la differenza tra emissione dello stipendio ed esigibilità.

In particolare, l’emissione è la fase in cui NoiPA raccoglie ed elabora tutte le informazioni relative al pagamento, mentre l’esigibilità corrisponde alla data di valuta per l’accreditamento del pagamento presso il proprio istituto di Credito.

Icotea

Tipologie di emissione

Con riferimento alle emissioni, NoiPA spiega anche quali sono le  tipologie di emissione di pagamento: il sistema NoiPA effettua, nel corso del mese, tre tipi di elaborazione (emissioni) per il pagamento delle competenze dovute ai suoi amministrati:

  • ORDINARIA
  • URGENTE
  • SPECIALE

L’emissione ordinaria

QUANDO – Ogni mese, secondo un calendario annuale che viene definito e pubblicato entro la fine dell’anno precedente. Le date dell’emissione ordinaria possono variare soltanto a seguito di esigenze straordinarie.
PER CHE COSA
  • Per le competenze fisse e continuative (stipendi) relative al mese successivo a quello in cui è stata effettuata l’elaborazione;
  • Per le competenze variabili (accessorie) per le quali si è completato l’iter autorizzativo che comprende, per le amministrazioni nel bilancio dello Stato, la verifica della disponibilità dei fondi sui capitoli.
A CHI – Al personale di tutte le amministrazioni gestite dal sistema NoiPA.
CON QUALE DATA DI ESIGIBILITÀ – Il giorno 23 di ogni mese. Se il giorno di esigibilità coincide con il sabato o la domenica, l’esigibilità viene anticipata al venerdì, se coincide con un giorno festivo infrasettimanale, l’esigibilità viene anticipata al giorno precedente.

L’emissione urgente

QUANDO – Di norma due volte ogni mese, salvo mensilità in cui sono previste particolari lavorazioni (ad es. febbraio per la CU, novembre per la liquidazione della 13.a) in cui è prevista un’unica emissione. Le date dell’emissione urgente sono pubblicate mensilmente.
PER CHE COSA – Per la liquidazione di componenti stipendiali non comunicate sulla rata ordinaria, quali arretrati e rate pregresse, a fronte, ad esempio, di applicazioni di Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro, nuove assunzioni, conguagli 730. Inoltre, vengono effettuate riemissioni per modalità di pagamento incongruenti e pagamenti non andati a buon fine.
A CHI – Al personale di tutte le amministrazioni gestite dal sistema NoiPA che rientrino nei casi previsti a titolo esemplificativo nel precedente paragrafo, e per gli amministrati per i quali gli operatori hanno indicato, come tipo conguaglio, quello a “cedolino urgente”. Sono esclusi i dipendenti cessati per decesso e quelli per i quali risultino arretrati a debito non recuperati nel corso dei 12 mesi precedenti la rata di lavorazione.
CON QUALE DATA DI ESIGIBILITÀ – Di norma entro circa 10 giorni lavorativi dalla data di emissione.

L’emissione speciale

QUANDO – Due volte al mese:
  • il 18 del mese, anticipata al primo giorno utile nel caso il giorno 18 dovesse coincidere con un giorno non lavorativo;
  • entro la prima settimana del mese, a valle dell’emissione ordinaria.
A CHI – Al personale supplente breve e saltuario della scuola.
CON QUALE DATA DI ESIGIBILITÀ – Di norma entro 10 giorni lavorativi a partire dalla data di emissione.

I cedolini

La pubblicazione dei cedolini è garantita entro la data di esigibilità della rata stipendiale.