Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni “Summer School” della Scuola Superiore di Catania, con alunni “eccellenti” da tutta...

“Summer School” della Scuola Superiore di Catania, con alunni “eccellenti” da tutta Italia

CONDIVIDI
  • Credion
Si aprirà lunedì 27 agosto alle ore 16.30, nella sede della Scuola Superiore di Catania (in via San Nullo 5/i), la seconda edizione della “Summer School” della Ssc, un campus di orientamento a carattere residenziale della durata di una settimana destinato a 100 tra ragazze e ragazzi – una decina dei quali provenienti anche dai Paesi del bacino del Mediterraneo – degli ultimi anni delle scuole medie superiori che hanno conseguito ottimi risultati scolastici e in particolare coloro che hanno partecipato con successo alle varie fasi delle Olimpiadi o dei Giochi di disciplina nel 2007 (Giochi della Chimica, Olimpiadi di Fisica, Olimpiadi della Matematica, Olimpiadi di Astronomia, Olimpiadi di Informatica, Olimpiadi di Filosofia, Certamen Latinum Syracusanum).
L’iniziativa della Scuola di eccellenza dell’Università di Catania rientra nel progetto di orientamento 2007 denominato “Catania Winner”, realizzato nell’ambito di un accordo di programma stipulato tra il Ministero dell’Università e della Ricerca e l’ateneo, e punta a fare emergere la vocazione della Scuola Superiore di Catania a intercettare i giovani ‘talenti’, in special modo quelli delle regioni meridionali, fornendo loro efficaci strumenti critici di valutazione e opportunità concrete per una scelta consapevole del percorso universitario.
La “Summer School”, che costituisce pertanto la tappa conclusiva del “Catania Winner”, offrirà ai ragazzi la possibilità di assistere a 12 seminari con una forte connotazione interdisciplinare tenuti da esperti del mondo accademico, aziendale e della ricerca, di incontrare i tutor e di visitare ‘in anteprima’ le sedi universitarie catanesi. Tra i prestigiosi relatori, che saranno introdotti dal presidente della Scuola Enrico Rizzarelli, compaiono Cosimo Risi (Ministero degli affari esteri), l’architetto paesaggista francese Henri Bava, i docenti Paolo Mazzoldi (Università di Padova), Riccardo Bruscagli e Antonio Cassese (Università di Firenze), Biancamaria Amoretti Scarcia e Ferdinando Nicoletti (“La Sapienza” di Roma), Bruno Amoroso (Università di Roskilde), Dino Pedreschi (Università di Pisa), l’executive vice-president di STMicroelectronics Carmelo Papa, il vicepresidente “Tecnologie” dell’Eni Ugo Romano, i ricercatori Filippo Caruso e Jesus Gomez Gardenes, il giornalista del Tg5 Gaetano Savatteri, il presidente dell’Osservatorio Astrofisico di Catania Giovanni Strazzulla, il ricercatore del Cnr di Napoli Michele Saviano e il ricercatore in Neuroinformatica all’Eth (Istituto federale svizzero di Tecnologie) di Zurigo Giacomo Indiveri.

Per tutta la durata dell’iniziativa (fino a sabato 1 settembre), i partecipanti risiederanno nella struttura collegiale che ospita abitualmente gli studenti ordinari della Ssc, libera durante la pausa estiva, usufruendo del servizio mensa e di spazi comuni come la sala internet, la biblioteca e le sale tv. In precedenza, nei mesi di giugno e luglio, gli stessi ragazzi avevano svolto degli stage residenziali di orientamento entrando in contatto diretto con alcuni dei laboratori di ricerca operanti a Catania, effettuando esperienze di laboratorio e guardando agli aspetti applicativi, sperimentali e agli sbocchi professionali offerti dal territorio grazie alla collaborazione di aziende come STMicroelectronics e Wyeth Lederle, dell’Università etnea e di altre istituzioni di ricerca (Osservatorio Astrofisico, Laboratorio Nazionale del Sud).