Home Archivio storico 1998-2013 Generico Tesoreria unica: interrogazione del senatore Pittoni

Tesoreria unica: interrogazione del senatore Pittoni

CONDIVIDI
  • Credion

Sulla questione della Tesoreria unica interviene anche il senatore Mario Pittoni, capogruppo della Lega in Commissione Cultura del Senato.
Proprio in queste ore, infatti, Pittoni ha depositato presso la presidenza della Commissione una interrogazione al Ministro dell’Istruzione con la quale vengono evidenziati i molteplici punti di criticità di cui abbiamo già dato conto in queste settimane e che, negli ultimi giorni,
sono stati sottolineati persino da alcuni Uffici periferici del Ministero.
Pittoni segnala per esempio come
“gli eventuali contratti di sponsorizzazione da parte di una banca, per assicurarsi la gestione del conto corrente a costo zero, in cambio dell’esposizione gratuita del marchio della banca stessa nel sito internet della scuola, non avrebbe finora attirato particolare interesse”.
“D’ora innanzi
– sottolinea ancora Pittoni –
le risorse finanziarie delle scuole si limiteranno a transitare sui conti correnti bancari degli istituti cassieri solamente per brevissimi periodi, diventando meno remunerativi per le istituzioni scolastiche”.
“E si prevede anche 
– aggiunge il senatore leghista –
che la gestione del conto corrente costerà alle scuole alcune migliaia d’euro l’anno, somma particolarmente esosa per un’istituzione scolastica”.
Per non parlare del fatto che l’intera procedura, molto più complicata rispetto a quella attuale, rischia di avere ripercussioni anche sulle famiglie che finora hanno potuto effettuare i propri versamenti sui conti correnti postali delle singole istituzioni scolastiche (in futuro potrebbero essere costrette ad effettuare bonifici bancari che, in genere, costano molto di più di un semplice bollettino postale)
In conclusione il senatore Pittoni chiede al Ministro se, in considerazione dei danni che le scuole stanno subendo, non sia opportuno in via eccezionale, e unicamente per le istituzioni scolastiche, derogare dalle disposizioni di legge e sospendere peer almeno tre anni l’adozione del sistema di tesoreria unica.