Home Alunni Torna il progetto Scuola Amica di Miur-Unicef: adesioni entro il 30 settembre

Torna il progetto Scuola Amica di Miur-Unicef: adesioni entro il 30 settembre

CONDIVIDI
  • Credion

Anche quest’anno Miur e Unicef ripropongono il Progetto “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”, il cui obiettivo è favorire la conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel contesto educativo.

Attraverso l’utilizzo di specifici strumenti, il Progetto propone una sorta di monitoraggio sullo stato di attuazione dei diritti contenuti nella Convenzione nei singoli contesti scolastici e la realizzazione di attività che prevedono un reale e concreto coinvolgimento degli studenti.

Icotea

Il Progetto Scuola Amica assume anche notevole importanza nell’ambito delle attività di prevenzione delle diverse forme di esclusione, discriminazione, bullismo e cyberbullismo.

Per aderire al Progetto le scuole dovranno formalizzare la loro adesione collegandosi al sito www.unicef.it/progettounicefmiur compilando l’apposito modulo on-line entro e non oltre il 30 settembre 2017.

Nella stessa pagina le scuole potranno accedere alle proposte educative che ogni anno l’UNICEF mette a disposizione delle istituzioni scolastiche, che potranno arricchire il percorso proposto dal Progetto. Successivamente le scuole aderenti saranno chiamate a partecipare al primo incontro con la Commissione Provinciale (composta dai rappresentanti Ambito territoriale, del Comitato Provinciale UNICEF e della Consulta degli Studenti) nel corso del quale verrà presentato il Progetto e saranno fornite le indicazioni operative e programmati i successivi appuntamenti da prevedere nel corso dell’anno scolastico.

A conclusione dell’anno, nel mese di maggio 2018, le istituzioni scolastiche che hanno partecipato al Progetto dovranno consegnare alle rispettive Commissioni Provinciali (secondo modalità da definire a livello territoriale) il lavoro realizzato predisponendo: il Protocollo Attuativo, la Relazione finale (utilizzando lo Schema delle buone pratiche) e gli eventuali prodotti realizzati. Le Commissioni Provinciali avranno il compito di valutare il percorso didattico realizzato e di rilasciare successivamente il riconoscimento di Scuola Amica.

Entro il mese di giugno 2018, le suddette Commissioni dovranno inviare al referente del Ministero dell’Istruzione e dell’UNICEF l’elenco delle scuole che hanno ricevuto il riconoscimento.