Home Mobilità Trasferimenti, la testimonianza: io da Agrigento a Milano, i neolaureati rimangono al...

Trasferimenti, la testimonianza: io da Agrigento a Milano, i neolaureati rimangono al Sud

CONDIVIDI
  • GUERINI

Caterina Casa, è una delle docenti non più giovani, che dovrà spostarsi al Nord: non ci sono cattedre sufficienti da coprire nella sua zona nativa, ad Agrigento.

Intervistata dall’Ansa, racconta la sua storia. Ho 43 anni e “una figlia di 10 anni. Fino all’anno scorso ho insegnato inglese e sostegno in una scuola media di Agrigento; da vent’anni faccio questo mestiere da precaria. Dal primo settembre sono costretta di andare a Milano per non perdere un contratto a tempo indeterminato”.

Icotea

Secondo la docente, “questa riforma sta determinando uno spostamento ‘coatto’ di insegnanti senza alcun criterio né logica. Non si capisce perché gli insegnanti con i punteggi più alti siano stati trasferiti al Nord, nonostante in Sicilia ci sono posti disponibili, per effetto di questa riforma saranno occupati da neolaureati senza alcuna esperienza e senza titoli a discapito della qualità della formazione al Sud”, conclude la prof siciliana.

 

{loadposition eb-sussidi-strumenti}

 

 

{loadposition facebook}