Home Mobilità Utilizzazioni e assegnazioni: domande online, con qualche eccezione

Utilizzazioni e assegnazioni: domande online, con qualche eccezione

CONDIVIDI
  • Credion

Con la nota 19976 del 22 luglio 2016 il Miur ha definito ufficialmente le date per la presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria.

Come già anticipato dalla nostra testata giornalistica, dette operazioni si svolgeranno in 2 tempi per il personale docente, a seconda dell’ordine di scuola di appartenenza.

Icotea

Infatti, dal 28 luglio fino al 12 agosto 2016 i docenti titolari all’infanzia e alla primaria potranno presentare domanda di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria.

A partire dal 18 agosto fino al 28 agosto 2016 sarà il turno dei docenti titolari nelle scuole secondarie di I e II grado, fatta eccezione per i docenti di religione cattolica.

É utile sapere che per tutti i docenti interessati alla mobilità annuale, con eccezione appunto dei docenti di religione cattolica, la domanda andrà presentata in modalità istanze online.

Nella nota è anche scritto che qualora le funzioni per la presentazione on line non fossero accessibili, è consentito produrre la domanda prodotta in forma cartacea.

Invece, i docenti di religione cattolica e i richiedenti l’utilizzazione nelle discipline specifiche dei licei musicali, dovranno presentare la domanda esclusivamente su modello cartaceo.

Inoltre, i docenti di religione cattolica e il personale educativo potrà presentare domanda dal 25 luglio al 5 agosto 2016.

Per quanto attiene il personale Ata, su modello esclusivamente cartaceo, potrà presentare domanda  di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria entro il 20 agosto 2016.

Le domande di utilizzazione devono essere indirizzate all’Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità per il tramite del dirigente scolastico dell’istituto di servizio.

Le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione in altra provincia devono essere presentate direttamente all’Ufficio territorialmente competente della provincia richiesta; l’Ufficio territoriale della provincia di titolarità ne sarà informato per conoscenza e a cura del sistema informativo.

Il personale interessato a produrre domanda anche per diverso ordine di scuola è tenuto a rispettare la data di scadenza del proprio ordine di appartenenza come suindicato.

Per quanto attiene la documentazione  da presentare in allegato all’istanza, è utile specificare che dovranno essere prodotte in conformità a quanto riportato nell’art. 4 dell’ O.M. n. 241 dell’ 8 aprile 2016