Home Mobilità Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: i modelli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: i modelli

CONDIVIDI

In attesa della definizione riguardante la procedura relativa ai provvedimenti concernenti le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, con nota prot. n. 6870 del 7 luglio 2014 il Miur ha indicato le date di scadenza entro le quali il personale interessato dovrà presentare la domanda di utilizzazione e di assegnazione provvisoria:

  • dall’11 al 21 luglio per il personale docente della scuola dell’infanzia e primaria (le relative domande vengono presentate esclusivamente tramite la modalità istanze on-line);
  • dal 24 al 30 luglio (non il 31 come inizialmente indicato) per il personale docente della scuola di I e II grado (le relative domande vengono presentate esclusivamente tramite la modalità istanze on-line);
  • entro il 25 luglio personale educativo e docenti di religione cattolica (modello cartaceo);
  • entro il 12 agosto personale Ata (modello cartaceo).

Le istanze dovranno essere presentate utilizzando i seguenti modelli:

Icotea
  • Modulo U1 – docenti infanzia
  • Modulo U2  docenti primaria
  • Modulo U3 – docenti secondaria di primo grado
  • Modulo U4 – docenti secondaria di secondo grado
  • Modulo UN – personale Ata
  • Modulo UR1 – docenti religione cattolica infanzia e primaria NUOVO MODELLO
  • Modulo UR2 – docenti religione cattolica secondaria di primo e secondo grado NUOVO MODELLO
  • Modulo UE – personale educativo

Le domande di utilizzazione debbono essere indirizzate all’Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità per il tramite del dirigente scolastico dell’istituto di servizio, mentre le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione in altra provincia debbono essere presentate direttamente all’Ufficio territorialmente competente della provincia richiesta e, per conoscenza, all’Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità.

Le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria degli insegnanti di religione cattolica debbono essere, invece, presentate alle Direzioni Regionali competenti (vale a dire alle Direzioni Regionali nel cui territorio è ubicata la Diocesi richiesta).

Il personale interessato a produrre domanda anche per diverso ordine di scuola è tenuto a rispettare la data di scadenza del proprio ordine di appartenenza come suindicato.

La documentazione e le certificazioni da allegare alle domande debbono essere prodotte in conformità a quanto riportato nell’articolo 9 del C.C.N.I. relativo alla mobilità, sottoscritto in data 26 febbraio 2014 e nell’art. 4 della relativa O.M. n 32 del 28 febbraio 2014.

Alla nota è anche allegata la bozza di ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie a.s. 2014/15