Home Mobilità Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, quest’anno chi potrà fare domanda?

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, quest’anno chi potrà fare domanda?

CONDIVIDI

Continua l’iter della mobilità del personale docente: secondo l’O.M. 106/2021 i trasferimenti e i passaggi saranno pubblicati lunedì prossimo 7 giugno.

Probabilmente questa data sarà rispettata, visto che quest’anno non ci sono state proroghe alla chiusura dell’area SIDI, anche se era stato richiesto dalla senatrice Tiziana Drago (FdI), in un’interpellanza parlamentare, per acquisire a sistema tutti i posti vacanti per pensionamento 2021/22 con decorrenza 1/9/2021.

Icotea

Ricordiamo che, ad eccezione dei soli neo immessi in ruolo 2020/21, ai sensi della legge 159/2019 come confermato dal DL 73/ 2021 (decreto sostegni bis), se il DL non subirà modifiche nel suo iter parlamentare alla Camera, tutti i docenti potranno partecipare alle utilizzazioni e alle assegnazioni provvisorie sia che abbiano ottenuto sia che non abbiano ottenuto il trasferimento o il passaggio di cattedra o di ruolo in fase provinciale o interprovinciale.

Il DL 73/21 non modifica, quindi, le norme sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie, confermando i vincoli per i neo assunti e per coloro che hanno ottenuto il trasferimento sulla scuola richiesta con modalità cosiddetta “puntuale”.

Ricordiamo che i nuovi vincoli triennali per i docenti previsti dal D.L. 73/2021, permanenza per tre anni nella scuola ottenuta per mobilità sia con preferenza puntuale che con preferenza sintetica, non si applicano per coloro che otterranno il trasferimento o il passaggio con decorrenza 1/9/2021, inizieranno ad applicarsi dalla mobilità relativa all’a.s. 2023/24.

Nel consultare la pubblicazione dei movimenti si consiglia quanto segue:

1) Bisogna tener presente l’ordine in cui sono disposti i trasferimenti e i passaggi come previsto dall’allegato 1 al CCNI sulla mobilità.

2) Bisogna tener presente il “sistema delle precedenze” previsto dall’art. 13 del CCNI.

3) Bisogna consultare gli organici di diritto 2021/22 delle scuole richieste nella domanda in quanto su tali organici sono disposti i movimenti.

4) Bisogna consultare l’elenco dei pensionati. Ricordiamo che solo coloro che andranno effettivamente in pensione, andranno a determinare la vacanza di posto nella scuola, utile per il movimento, ovviamente solo se il posto vacante è stato registrato entro la data di chiusura del SIDI per la mobilità dei docenti, data prevista dall’O.M. 106/21 al 19 maggio 2021.

5) Bisogna, infine, verificare dettagliatamente i tabulati, analizzando ingressi e uscite dalle scuole richieste per trasferimento o passaggio e i punteggi con cui sono stati disposti i trasferimenti e i passaggi.

Per le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, movimento successivo alla mobilità permanente, ricordiamo che le più richieste sono le seguenti:

1) Utilizzazione (non assegnazione provvisoria) su posto di sostegno per i docenti che sono in possesso del titolo di specializzazione, in fase comunale e intercomunale.

2) Utilizzazione (non assegnazione provvisoria) per i docenti trasferiti in quanto soprannumerari d’ufficio o a domanda condizionata nella scuola o comune di precedente titolarità e in subordine anche in altre scuole eventualmente richieste. 

Nella domanda bisogna indicare come prima sede la scuola di precedente titolarità.

3) Utilizzazione, avendone i titoli, in scuole speciali o in scuole carcerarie in fase comunale e intercomunale

4) Utilizzazione su posto serale in fase comunale e intercomunale. 

5) Assegnazioni provvisorie fase intercomunale e interprovinciale, ricorrendone i requisiti, per lo stesso ordine e grado di scuola e solo in subordine, avendone i requisiti, per altri ordini e gradi di scuola.

Come prima preferenza, prima di indicare le altre preferenze, va indicato il comune o il distretto subcomunale di ricongiungimento.

Assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno dei docenti in possesso del titolo di specializzazione.

Assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno ma in via residuale, accantonati i posti per i supplenti specializzati in provincia, dei docenti con un almeno un anno di servizio su sostegno, da effettuare come ultima operazione.

Non è possibile l’assegnazione provvisoria comunale cioè nel comune della scuola di titolarità anche nei comuni con più distretti subcomunali.

Non ci resta che augurare a tutti coloro che hanno presentato domanda di mobilità per l’a.s. 2021/22 di ottenere quanto da loro richiesto in fase di redazione della domanda.