Home Attualità Vaccini agli studenti, i pediatri danno l’ok

Vaccini agli studenti, i pediatri danno l’ok

CONDIVIDI
  • Credion

Vaccini agli adolescenti? I pediatri dicono si. È quello che emerge da un documento approvato dal Consiglio direttivo della Società Italiana di Pediatria in cui sono presenti 8 punti. In uno di questi viene sconsigliata la prescrizione di farmaci per la prevenzione di eventuali eventi avversi del post vaccino.

I dati dei contagi da Covid-19 sui bambini in Italia parlano di 231.338 casi (5,5%) con 11 decessi nella fascia d’età 0-9 anni. Altri 15 decessi nella fascia 10-19 anni si sono registrati su un totale di 406.460 casi. Dati forniti dalla Sip, ed estrapolati dall’Istituto Superiore di Sanità.

Icotea

Ne viene fuori la necessità di un intervento vaccinale globale riferito a tutte le età e in tutti i Paesi del mondo, escludendo l’ipotesi di limitarlo solo ai pazienti pediatrici con malattie pregresse. Gli esperti Sip raccomandano la vaccinazione agli over 12 con le indicazioni previste per le fasce d’età (e se approvato in Italia e in Europa). In caso di pregressa infezione da Sars-Cov-2, si consiglia un intervallo di almeno 90 giorni tra la diagnosi di infezione e la somministrazione del vaccino.

In questo caso, importante guidare gli adolescenti e le loro famiglie verso un percorso consapevole e informare i genitori sui tempi e i passaggi.