Home Attualità Vaccini, schede riepilogative del Ministero della Salute: obblighi per famiglie, scuole e...

Vaccini, schede riepilogative del Ministero della Salute: obblighi per famiglie, scuole e personale

CONDIVIDI
  • Credion

Il Ministero della Salute ha pubblicato un utile documento in cui riepiloga gli aspetti principali del Decreto Vaccini aggiornate alle novità approvate dal Senato.

Oltre ad evidenziare l’utilità dei vaccini, le schede di sintesi elaborate dal Ministero illustrano in cosa consiste il nuovo obbligo vaccinale, cosa devono fare le famiglie per essere in regola e quali sono gli adempimenti in capo alle scuole. 

Icotea

In particolare, per l’iscrizione a scuola è necessario presentare alternativamente:

  • idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni
  • idonea documentazione comprovante l’omissione o il differimento della somministrazione del vaccino
  • idonea documentazione comprovante l’esonero per intervenuta immunizzazione per malattia naturale
  • copia della prenotazione dell’appuntamento presso la azienda sanitaria locale.

 

{loadposition carta-docente}

 

La semplice presentazione alla ASL della richiesta di vaccinazione consente l’iscrizione a scuola, in attesa che la ASL provveda ad eseguire la vaccinazione (o a iniziarne il ciclo, nel caso questo preveda più dosi) entro la fine dell’anno scolastico.

Il genitore può anche autocertificare l’avvenuta vaccinazione e presentare successivamente copia del libretto.

Per l’a.s. 2017/2018 tale documentazione deve essere presentata entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo ed entro il 10 settembre 2017 per i nidi e la scuola dell’infanzia. Nel caso in cui sia stata precedentemente presentata l’autocertificazione, entro il 10 marzo 2018 deve essere presentata la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione.

Se entro i termini previsti i genitori non dovessero presentare la documentazione richiesta, il dirigente scolastico o il responsabile dei servizi educativi è tenuto a segnalare la violazione alla ASL entro dieci giorni.

Evidenziamo infine un adempimento per il personale della scuola: entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, gli operatori sanitari, socio-sanitari e scolastici devono presentare, nei luoghi in cui prestano servizio, una dichiarazione comprovante la propria «situazione vaccinale», al fine di informarne il proprio datore di lavoro. 

 

{loadposition facebook}