Home Attualità Valutazione a scuola, convegno delle Associazioni; ma bisogna abolire il voto in...

Valutazione a scuola, convegno delle Associazioni; ma bisogna abolire il voto in tutto il primo ciclo

CONDIVIDI

“La valutazione a scuola: cosa stiamo facendo?” è il titolo di un importante incontro formativo in programma il prossimo 19 gennaio presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, Università degli Studi Roma Tre.

L’evento è organizzato dal Movimento di Cooperazione Educativa, Cidi, Proteo e Aimc con l’intenzione di “fare il punto” a distanza di un anno dalla entrata in vigore delle norme in materia di valutazione formativa nella scuola primaria.
Dal gennaio scorso, nelle scuole di tutta Italia, si sono susseguite molteplici attività di formazione sull’argomento che sono servite certamente a “convincere” i docenti della necessità di superare l’uso del voto numerico.
Non per questo, però, si è riusciti a trovare soluzioni adeguate per dare attuazione ai principi e alle indicazioni contenute nelle disposizioni ministeriali.
I problemi aperti sono numerosi e ad essi si cercherà di dare risposta nel corso dell’incontro del 19 gennaio.
Ci sono per esempio il tema della valutazione in itinere e quello del dialogo con le famiglie sui quali non mancano incertezze; senza considerare la questione dell’uso del registro elettronico che non sempre presenta quelle caratteristiche di flessibilità che le nuove regole sulla valutazione richiederebbero.

Icotea

Probabilmente il convegno sarà l’occasione per aprire anche un confronto su un tema di carattere più generale: ha senso cambiare le regole per la valutazione solo nella scuola primaria lasciando intatto tutto il resto?
Non da oggi le associazioni professionali che organizzano l’incontro sostengono che almeno in tutto il primo ciclo di istruzione la valutazione deve avere carattere formativo e deve essere fatta senza utilizzare il voto numerico.
E forse i tempi sono maturi per una modifica normativa in questa direzione.