Home I lettori ci scrivono Valutazione di tutta la comunità scolastica. La scuola è di tutti!

Valutazione di tutta la comunità scolastica. La scuola è di tutti!

CONDIVIDI

Questo DdL è inemendabile perché contiene principi contrari alla libertà di insegnamento e priva la comunità scolastica di partecipare alle scelte educative.

Come si è potuto solo pensare che il dirigente scolastico potesse accentrare tutto il potere scolastico? Approvare da solo il piano educativo della scuola, le assunzioni e le valutazioni del personale docente? Noi pensiamo che sia l’intera comunità scolastica, rappresentata dal Collegio dei docenti, allargato agli altri componenti presenti nel Consiglio di istituto, a dover decidere sul Pof, a regolamentare in autonomia i criteri di scelta del personale docente (prioritariamente, per quanto ci riguarda, rispettando i criteri di merito delle graduatorie), a decidere sui criteri di autovalutazione dell’istituto per un miglioramento dell’offerta formativa e ad effettuare una scelta consapevole del migliore capo d’istituto.

Icotea

Come si è potuto pensare che un dirigente nominato in modo centralizzato dall’amministrazione potesse decidere da solo sulla scuola che per definizione è ambiente aperto, democratico, libero e partecipativo? Dobbiamo difendere una scuola che garantisca effettivamente la libertà di insegnamento. Vogliamo che siano i docenti, insieme a tutta la comunità scolastica, ad esprimere insieme le priorità educative ed i mezzi necessari per raggiungere gli obiettivi. La visione autoritaria e accentrata non potrà mai passare! È in gioco la scuola che è il centro dell’espressione democratica e libera di un paese!