Home Personale Valutazione esterna della scuola per il miglioramento degli apprendimenti

Valutazione esterna della scuola per il miglioramento degli apprendimenti

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La valutazione esterna della scuola si inserisce nel più ampio contesto normativo determinato dall’emanazione del Regolamento sul Sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione (DPR n. 80/2013) e dai successivi provvedimenti attuativi, in cui si ribadisce che il Sistema Nazionale di Valutazione valuta l’efficienza e l’efficacia del sistema educativo di istruzione e formazione (DPR n. 80/2013).

Inoltre la valutazione è finalizzata al miglioramento della qualità dell’offerta formativa e degli apprendimenti e sarà particolarmente indirizzata:
• alla riduzione della dispersione scolastica e dell’insuccesso scolastico;
• alla riduzione delle differenze tra scuole e aree geografiche nei livelli di apprendimento degli studenti;
• al rafforzamento delle competenze di base degli studenti rispetto alla situazione di partenza;
• alla valorizzazione degli esiti a distanza degli studenti con attenzione all’università e al lavoro (Direttiva n. 11 del 18 settembre 2014).

Da evidenziare che il procedimento di valutazione delle Istituzioni scolastiche prevede complessivamente 4 fasi:
• l’autovalutazione delle istituzioni scolastiche,
• la valutazione esterna,
• la realizzazione delle azioni di miglioramento
• la condivisione, pubblicazione e diffusione dei risultati raggiunti

ICOTEA_19_dentro articolo

Da quanto scritto è evidente come il ruolo ed i compiti affidati ai nuclei di valutazione esterna, e quindi agli esperti che ne faranno parte insieme ai dirigenti tecnici presenti in uno specifico “contingente”, assumono un ruolo di grande spessore, non solo tecnico e formativo, ma anche amministrativo. Infatti, i risultati della valutazione della scuola forniti anche ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali, potranno essere utili ai fini della valutazione dei dirigenti scolastici ai sensi dell’art. 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Preparazione concorso ordinario inglese