Home Alunni Viaggi, Bruxelles ci ripensa: niente più biglietto interrail gratuito, arriva eTwinning

Viaggi, Bruxelles ci ripensa: niente più biglietto interrail gratuito, arriva eTwinning

CONDIVIDI

È proprio il caso di dire che il programma dell’Unione Europea sui gemellaggi on line per l’apprendimento eTwinning prende il volo.

Sono infatti in arrivo 2,5 milioni di euro per finanziare il viaggio in Europa di 5mila giovani dai 16 anni in su: il vincolo è però che le scuole dove sono iscritti partecipino al progetto.

Icotea

Le classi che partecipano a eTwinning sono infatti invitate a indicare se desiderano essere prese in considerazione per l’assegnazione di biglietti di viaggio gratuiti come premio per i migliori progetti in ciascun paese partecipante.

Si chiama “Move2Learn, Learn2Move” (‘Muoversi per imparare, imparare a muoversi’), l’ultima proposta presentata dalla Commissione Ue in sostituzione della ben più ambiziosa idea di regalare un biglietto interrail gratuito a tutti i giovani europei diciottenni, che era stata lanciata dal Parlamento europeo.

I costi, nell’ordine di 3 miliardi di euro, erano però troppo alti per il budget europeo.

Bruxelles ha quindi dirottato 2,5 milioni nell’ambito del quadro Erasmus+ per proporre, in questa fase pilota, a 5mila ragazzi della scuola superiore di poter viaggiare in Europa nell’ambito dei progetti scolastici transfrontalieri Ue sviluppati sulla piattaforma online di eTwinning, gestito dal network dei ministeri dell’istruzione nazionali European Schoolnet.

 

{loadposition carta-docente}

 

L’obiettivo è di farlo nel modo più eco-sostenibile e inclusivo possibile.

L’inclusione sociale sarà un criterio importante per la selezione dei progetti migliori.

Una volta scelti, i vincitori potranno viaggiare da agosto 2017 a dicembre 2018, in una data a loro discrezione.

Gli studenti potranno viaggiare in gruppo nell’ambito di una gita scolastica o da soli, in funzione della decisione di genitori e insegnanti.

Si può scegliere qualsiasi modo di trasporto, operatore e linea, tenendo conto dei criteri di sostenibilità e dei punti di partenza e di destinazione dei partecipanti.

“Vogliamo offrire ai giovani europei l’occasione di scoprire l’Europa e vogliamo incoraggiarli a viaggiare in maniera rispettosa dell’ambiente: per questo motivo si terrà conto delle emissioni di CO2”, ha detto la commissaria Ue ai trasporti Violeta Bulc.

Sono diversi gli operatori che sostengono l’iniziativa offrendo uno sconto speciale ai partecipanti. Ve ne segnaliamo alcuni: sono Aegean Airlines, Air Dolomiti, ALSA Grupo, Azores Airlines, Brussels Airlines, Comboios de Portugal, Croatia Airlines, Deutsche Bahn, Hahn Air, Iberia Express, Interrail, Luxair, Naviera Armas, Olibus, SNCF, Transferoviar Calatori, Trenitalia, Vueling e Westbahn.