Home Attualità Il 31 Ottobre 1517 Lutero affiggeva le sue tesi. Inizia la Riforma...

Il 31 Ottobre 1517 Lutero affiggeva le sue tesi. Inizia la Riforma Protestante

CONDIVIDI

“Le 95 tesi”, affisse sulla Schlosskirche di Wittemberg, furono un elenco di tesi che il frate agostiniano propose alla pubblica discussione il 31 ottobre del 1517 e da quel giorno, per convenzione, si segna l’inizio della Riforma Protestante.

 La risposta alle vendite delle indulgenze

L’azione di Lutero fu in gran parte una risposta alla vendita di indulgenze da parte di Johann Tetzel, un frate domenicano, su commissione dell’arcivescovo Alberto di Magonza e dello stesso papa Leone X, per finanziare la Fabbrica di San Pietro a Roma.

Icotea

Si raggiunsero eccessi ed interpretazioni distorte della stessa dottrina in materia di sacramenti in quanto “si verificavano grossolani abusi, per cui, confondendo la pena temporale con la colpa, si prometteva che bastava acquistare la bolla indulgenziale per ottenere il perdono di determinati peccati o che l’anima volasse dal purgatorio in cielo”.

Il perdono dei peccati

Lutero trovava inammissibile che l’annullamento della pena per i peccati commessi potesse essere garantito dal versamento di una somma di denaro, e per difendere la propria convinzione redasse le 95 tesi, invitando il principe di Sassonia e la comunità accademica ad una discussione sulla natura del perdono dei peccati.

In ogni caso, con la Riforma, il Nord Europa prese definitivamente il largo e si allontanò dall’Italia che navigò invece verso alla sua inevitabile decadenza.

Gli stranieri in Italia

Poco tempo prima, proprio su chiamata dei Papi, erano scesi nella penisola, Spagnoli, Francesi, Svizzeri, Tedeschi che tra dieci anni, con i Lanzichenecchi devasteranno definitivamente Roma.

E gli stati italiani si porteranno tutti, dopo Leonardo, il Rinascimento, Michelangelo e mille geni di quest’epoca, ai margini della Storia.