Home Generale 50 mila euro ai giovani che aprono un’impresa al Sud

50 mila euro ai giovani che aprono un’impresa al Sud

CONDIVIDI

A settembre, chi ha meno di 35 anni e un progetto imprenditoriale potrà chiedere a Invitalia un aiuto fino a 50mila euro per avviare una azienda; 200mila euro in caso di più soci. 

Lo scrive Il Sole 24 Ore che fa riferimento alla pubblicazione in Gazzetta del decreto per il rilancio del Mezzogiorno e lo sblocco nei giorni scorsi delle risorse fino al 2019 da parte del Cipe. 

Icotea

“Invitalia dovrà rispondere entro sessanta giorni dalla presentazione del progetto da parte del neo imprenditore under 35. La dote offerta arriva fino a 40mila euro, di cui il 35% a fondo perduto e il resto erogato dalle banche a tasso zero, con il beneficio della garanzia pubblica del Fondo di garanzia per le Pmi”.

L’agevolazione riguarda tutte le iniziative imprenditoriali legate all’artigianato, all’industria, al turismo, alla pesca e ai servizi (restano escluse professioni e commercio).

“La norma punta anche a far rientrare meridionali residenti all’estero: possono accedere ai benefici se entro 120 giorni dall’accoglimento della domanda riportano la residenza in una regione tra Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. L’obiettivo è raggiungere una platea di 100mila possibili nuovi imprenditori: in pista 1,25 miliardi fino al 2025 dal Fondo sviluppo e coesione”.