Home Alunni 8,4 mln sono gli studenti in Italia

8,4 mln sono gli studenti in Italia

CONDIVIDI

Gli studenti italiani sono oltre otto milioni. È infatti pari a 7.599.259 la popolazione scolastica della scuola statale, mentre 866.805 sono gli alunni degli istituti paritari. Di questi ultimi 7 su 10 frequentano la scuola dell’infanzia. Per le statali la regione con il maggior numero di iscritti è la Lombardia (1.183.493 studenti). Mentre il Molise, con 37.170 alunni, è la regione con il minor numero.

Il focus del Miur

E’ questo l’identikit statistico della scuola italiana che emerge dal Focus del Ministero dell’Istruzione, con i principali dati relativi all’anno scolastico 2019-2020 iniziato da poco: numeri, tabelle, grafici, divisi per regione e ordine di studio.
Per quanto riguarda la scuola secondaria di II grado quasi la metà degli studenti frequenta un percorso liceale.

Gli stranieri

Rimane stabile la presenza degli alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali: quest’anno saranno 789.066, circa il 10% del totale. Le regioni con più studenti stranieri sono la Lombardia (201.996), l’Emilia Romagna (96.359), il Veneto (85.487), il Piemonte (73.443).

ICOTEA_19_dentro articolo

Sono quasi 260 mila gli alunni con disabilità.

Nella classifica delle regioni la Lombardia precede Campania e Sicilia. I docenti che saliranno in cattedra in questo anno scolastico 2019/2020 sono 835.489, di cui 150.609 impegnati nel sostegno. Tra gli insegnanti nei posti comuni (escluso quindi il sostegno) la Lombardia è l’unica che supera le centomila unità (102.807).

Nella classifica per numero di docenti seguono Campania, Sicilia e Lazio. Nel sostegno, Lombardia prima davanti a Sicilia, Campania e Lazio.

Gli Istituti scolastici

In tutta Italia gli istituti scolastici sono 8.094 a cui si aggiungono i 129 Centri provinciali per l’istruzione degli adulti, per un totale di 8.223. Quasi 41.000 le sedi scolastiche (ogni istituto può avere più plessi): 13.286 per l’infanzia, 14.896 per la primaria, 7.228 di I grado, 5.339 di II grado.

CONDIVIDI