Home Generale A Lampedusa rubati i pc alla scuola e danni

A Lampedusa rubati i pc alla scuola e danni

CONDIVIDI

Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, di fronte al furto dei computer e dei danni provocati alla scuola, ha dichiarato:  “Giorni fa avevo denunciato alcuni inquietanti atti vandalici a Lampedusa, che purtroppo non si fermano. Ieri notte qualcuno si è introdotto all’interno dell’Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello: quattro computer sono stati rubati, altri sono stati danneggiati ed alcune aule sono state messe a soqquadro. Di tutto questo ci si è accorti stamattina, gli alunni che si erano presentati per seguire le lezioni sono stati fatti tornare a casa. Resto sconcertato, anche perché in piena emergenza Covid quei computer erano spesso l’unico mezzo di contatto fra la Scuola e gli studenti”. 

Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri. 

Icotea

“Rubare, compiere atti di vandalismo, è sempre grave. Ma quando queste azioni sono fatte ai danni di una Scuola e tolgono ai nostri ragazzi la possibilità di studiare assumono un significato ancora più grave e triste, che deve far riflettere anche sulla necessità di difendere i valori fondanti della nostra società”. 

“Oggi – conclude il sindaco – sono stato all’Istituto Pirandello per verificare l’accaduto e per esprimere la vicinanza della nostra Comunità e dell’Amministrazione comunale ai dirigenti, agli insegnati, agli studenti ed alle loro famiglie”.