Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni A Milano torna il parco Trotter con la scuola all’aperto più grande...

A Milano torna il parco Trotter con la scuola all’aperto più grande d’Europa

CONDIVIDI
  • Credion
Un finanziamento da 8 milioni di euro, giunto dalla Fondazione Cariplo, farà riavere a Milano il suo parco Trotter: un’area verde di 126mila metri quadrati nella zona centrale, tra via Padova e viale Monza, con al centro la scuola all’aperto più grande d’Europa, oltre che una serie di edifici e strutture rivolte alla cittadinanza intera. I lavori partiranno nell’estate del 2014 per terminare entro la fine del 2015.
Secondo il sindaco della capitale lombarda, Giuliano Pisapia, “è il regalo di Natale che oggi ci viene fatto: il più bello che io potessi aspettare per Milano come cittadino – ha affermato il Un luogo, quello del Parco Trotter, che io reputo uno dei gioielli di Milano e che viene restituito nella sua interezza alla città. Questo luogo – ha proseguito – diventerà il dopo Expo per tutti i bambini e i ragazzi nel pieno centro della città metropolitana, non ci sarà più differenza tra centro e periferia”.
Sarà una riqualificazione a 360 gradi realizzata grazie a una progettazione partecipata Comune e Politecnico, sotto un’unica direzione dei lavori da parte dell’amministrazione cittadina. Il primo importante intervento riguarderà la messa in sicurezza e il recupero dell’ex Convitto e dell’ex Centrale termica per un totale di 4.460 metri quadrati. Il progetto sarà finanziato per 8 milioni da Fondazione Cariplo e per 3 milioni dal Comune (già inseriti nell’elenco delle opere pubbliche prioritarie 2012).

“Si recupera un monumento di storia di Milano come il Parco Trotter, meglio non poteva essere scelto – ha affermato il presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti – La riqualificazione abbraccia molti temi sui quali da sempre Fondazione Cariplo è impegnata: dall’arte e la cultura, con la conservazione del patrimonio architettonico presente all’interno del Parco, a quello dei servizi alla persona, con la spinta alla coesione sociale e all’intercultura, fino all’ambiente”.
La riqualificazione dell’ex Convitto sarà il primo passo di un ampio progetto di recupero di tutto il Parco Trotter, che punta sia alla ristrutturazione degli edifici attualmente dismessi sia alla nuova destinazione ad uso sociale degli spazi riqualificati.
Gli spazi recuperati saranno destinati in parte a usi sociali diversi (1.830 mq) in parte alla scuola (2.630 mq). L’ex Convitto ristrutturato diventerà la nuova sede della scuola media, liberando i 1.844 metri quadri dei padiglioni attualmente adibiti a questa funzione. Spazi che saranno messi a disposizione della città come luoghi di aggregazione per i giovani e per attività formative e di socialità rivolte ai cittadini.