Home Estero A Tunisi la terza ‘Scuola d’estate sulle migrazioni’

A Tunisi la terza ‘Scuola d’estate sulle migrazioni’

CONDIVIDI

La terza edizione della manifestazione, a cura dell’Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim), in partenariato con l’Istituto nazionale tunisino per il lavoro e gli studi sociali (Intes), e il ministero della Salute, si svolgerà presso la sede dell’Alecso dall’11 al 16 settembre ed avrà come tema ‘Le migrazioni e la sanità in Tunisia’.

Un numero importante di persone decide infatti di lasciare i propri Paesi di origine nel Medio Oriente e nell’Africa sub-sahariana affrontando viaggi pericolosi alla ricerca di sicurezza e migliori opportunità di vita.

Icotea

Nonostante la maggior parte dei migranti consideri all’inizio il Maghreb e il Mashreq come Paesi di transito, in molti casi, queste regioni si trasformano invece per loro in vere e proprie destinazioni, poiché incapaci di proseguire il loro cammino per la mancanza di mezzi materiali o altro. Sono costretti allora a vivere in condizioni di precarietà con un accesso limitato ai servizi di base, specie quelli sanitari.

La terza edizione della Scuola d’estate sulle migrazioni permetterà di studiare come una buona gestione della salute nel contesto migratorio possa rappresentare un beneficio condiviso per tutte le parti interessate, si legge in un comunicato dell’Oim.

 

{loadposition carta-docente}

 

Sono 50 i partecipanti, provenienti dal mondo accademico, universitario, istituzionale, della società civile e partner sociali, con esperienza provata nel campo della migrazione e desiderosi di approfondire le loro conoscenze sulla tematica delle migrazioni, selezionati dal Comitato scientifico che potranno beneficiare di questo programma di formazione completo articolato su varie conferenze, visite sul campo e laboratori pratici. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto ‘Promozione della salute e del benessere dei migranti in Tunisia’ finanziata dal ministro degli Esteri della Finlandia e messa in atto dall’Oim in 5 Paesi. Interverranno a questa edizione della Scuola gli esperti Paola Pace, Latifa Artaoui, Magdi Kacem, Lassaad Labidi e Helene Le Goff, Hassan Boubakri, figure riconosciute a livello internazionale per la loro competenza nel settore. (Ansa)