Home Archivio storico 1998-2013 Generico Adozione dei libri di testo

Adozione dei libri di testo

CONDIVIDI
  • Credion

Ecco in sintesi i presupposti giuridici a cui dovranno essere informate le deliberazioni degli organi collegiali.La scelta, l’adozione e l’ utilizzazione dei libri di testo dovrà essere coerente con il Piano dell’offerta formativa e dovrà essere attuata con criteri di trasparenza e tempestività, così come disposto dal regolamento dell’autonomia (art. 4, c.5 del DPR n. 275 dell’8 marzo 1999).
La  legge n. 448 del 23 dicembre 1998, all’art. 27, comma 3, ha prescritto, inoltre, per i libri di testo della scuola dell’obbligo, l’emanazione di norme ed avvertenze tecniche per la compilazione e l’individuazione di criteri per la determinazione del prezzo massimo della dotazione necessaria per ciascun anno, da assumere quale limite, all’interno del quale, dall’a.s. 2000/2001, i docenti debbono operare le proprie scelte.
In più il
D.M n. 63 del 9 marzo 2000 ha mutato la disciplina che regola l’adozione dei libri di testo stabilendo per l’a.s. 2000/2001, per ciascuna classe della scuola media e per il primo anno di corso di ciascuno degli indirizzi di studio della scuola secondaria superiore, il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria necessaria da assumere quale limite all’interno del quale i docenti sono tenuti ad operare le proprie scelte.
Per motivi di carattere organizzativo, gli adempimenti dovranno essere portati a termine nell’intero territorio nazionale improrogabilmente entro il 19 maggio 2000, onde consentire ai Dirigenti scolastici di inviare entro il successivo 4 giugno all’Associazione Italiana Editori – Via delle Erbe 2 – 20121, Milano, l’elenco dei testi adottati.