Home Politica scolastica Agnese Renzi: io il 5 maggio sarò regolarmente a scuola

Agnese Renzi: io il 5 maggio sarò regolarmente a scuola

CONDIVIDI

Tra i docenti che saranno regolarmente a scuola e non aderiranno allo sciopero generale del 5 maggio contro la #riformabuonascuola – proclamato dai Cobas e a cui hanno aderito diversi sindacati, tra cui Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals, Gilda e Unicobas –, c’è anche Agnese Landini, la moglie del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che di professione è insegnante precaria in servizio nell’istituto superiore Ernesto Balducci di Pontassieve di Firenze. “Domani andrò a scuola”, ha detto ai cronisti che la sollecitavano alla vigilia dell’evento che potrebbe tenere chiusi tanti istituti qualora dovesse concretizzarsi l’alto numero di adesioni alla protesta prospettato dai sindacati.

L’Ansa ricorda che “nel settembre scorso, Agnese Renzi mentre era in fila tra i docenti precari per l’assegnazione delle supplenze, a un giornalista che le chiedeva se fosse l’ispiratrice della riforma, rispose: ‘Come in tutte le coppie ci confrontiamo. Matteo conosce la realtà della scuola italiana. Sa quali sono i punti di forza e di debolezza del mondo dell’istruzione anche attraverso la mia esperienza’”.

Icotea

 

{loadposition eb-motivare}

 

La sua mancata adesione allo sciopero nazionale del 5 maggio sembrerebbe quindi avallare i contenuti del ddl ‘La Buona Scuola’. Sulla sua scelta non c’è ovviamente nulla da obiettare, visto che ognuno è libero di esprimere le proprie idee. E di esercitare o meno il diritto di sciopero. Rimane solo un dubbio: la decisione della precaria Agnese Landini è figlia di considerazioni oggettive o dipende più da questioni di cuore?

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola