Home Alunni Alternanza Scuola Lavoro, ci pensa Adecco a “sistemare” gli studenti

Alternanza Scuola Lavoro, ci pensa Adecco a “sistemare” gli studenti

CONDIVIDI

La nota agenzia privata di selezione del personale apre il “Portale dell’Alternanza”, dedicato agli studenti che vogliono intraprendere un’esperienza di formazione professionale.

Si tratta quindi di privati che si occupano di inserimento lavorativo e non quindi di personale designato dal Miur.
A tal riguardo, l’Unione degli Studenti esprime il proprio dissenso: “Dopo la presentazione dei Campioni dell’Alternanza con aziende come McDonald’s e Zara dove poter fare l’alternanza arriva il ‘Portale dell’Alternanza’, presentato dal ‘Gruppo Adecco’ che si occupa di selezione del personale e, evidentemente, non di formazione – dichiara Francesca Picci, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti-  che ha la funzione, in teoria, di far incontrare mondo della scuola e aziende ma l’impostazione risulta grave’’.

Icotea
‘’Sul sito, prosegue Picci, emerge qual è la volontà di questo portale e l’impostazione: l’alternanza è funzionale solo ed esclusivamente a trovare un posto di lavoro già dalle scuole superiori e farsi scegliere dalle aziende. Dall’altro canto questo serve allle aziende per scegliere i propri lavoratori prima ancora che abbiano finito il proprio percorso formativo, con il vantaggio di non doverli retribuire.’’
 
‘’L’alternanza scuola-lavoro non è e non deve essere intesa come inserimento anticipato nel mondo del lavoro, conclude l’Unione degli Studenti, ma come metodo didattico che ha bisogno di un’impostazione diversa e una progettazione chiara, uno Statuto delle Studentesse e degli Studenti in Alternanza, un Codice Etico per le aziende che devono rispettare per essere luoghi idonei per questa esperienza’’.