Home Archivio storico 1998-2013 Generico Anche neve e vento possono mettere a rischio la sicurezza statica delle...

Anche neve e vento possono mettere a rischio la sicurezza statica delle scuole

CONDIVIDI
  • GUERINI
Fa parte integrante di queste norme tecniche la circolare ministeriale n. 617 del 2 febbraio 2009. Il D.M. del 14 gennaio 2008 costituisce una normativa di riferimento per la progettazione, insieme con le istruzioni applicative emanate con la circolare ministeriale n. 617 del 2 febbraio 2009.
Nella fattispecie il capitolo 3 delle norme tecniche per le costruzioni modifica la metodologia di calcolo del carico di vento e di neve di progetto per cui è stata di riferimento, fino a fine giugno, D.M. LL.PP. 16 gennaio 1996 così come corretto ed integrato dalla circolare 4/7/96 n. 156.
Per quanto detto si sarebbe potuto evitare, un episodio potenzialmente tragico, come quello avvenuto quest’ultimo inverno nella scuola elementare “XXI Aprile” di Vergato, in provincia di Bologna.
In questa scuola, infatti, durante la pausa pranzo, sono crollati alcuni pannelli di cartongesso dal controsoffitto di un’aula. Dagli accertamenti si è ricostruito che il crollo è stato causato dalla neve accumulata sul tetto. La neve sciogliendosi si è infiltrata nel tetto e ha raggiunto i pannelli del controsoffitto, impregnandoli. Per questo motivo, una volta bagnati, i pannelli hanno ceduto.
In questi casi, vista la grande quantità di umidità registrata, possono sussistere i presupposti di un pericolo per la pubblica e privata incolumità, perché potrebbe essere messa in discussione la staticità strutturale stessa dell’edificio scolastico.
Inoltre l’umidità, rendendo gli ambienti insalubri e maleodoranti, possono determinare nel breve periodo, anche l’eventuale dichiarazione di inagibilità delle aule coinvolte.