Home Disabilità “Anffas Open day”, il 19 marzo si aprono le porte dell’inclusione sociale

“Anffas Open day”, il 19 marzo si aprono le porte dell’inclusione sociale

CONDIVIDI
  • Credion

“Liberi di scegliere, liberi di partecipare, con il coraggio di cambiare il mondo!” E’ lo slogan della nona edizione della Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, la manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas Onlus, l’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o relazionale maggiormente rappresentativa a livello italiano e tra le principali a livello europeo.

La Giornata, nella sua formula Open Day, quest’anno in programma per sabato 19 marzo, sarà dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e/o relazionale per promuovere la piena inclusione sociale, con l’obiettivo di affermare i principi e diritti civili e umani sanciti anche dalla Convenzione ONU.

Icotea

L’Open Day coinvolgerà, sull’intero territorio nazionale, le oltre 1.000 strutture in cui Anffas dal 1958 si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, proponendo visite guidate, convegni, spettacoli e tante altre iniziative volte adiffondere lo spirito e la cultura dell’inclusione sociale soprattutto attraverso la partecipazione attiva delle stesse persone con disabilità, degli associati, degli operatori, dei volontari e di tutti coloro che operano in Anffas, con il fine di portare la collettività a  superare gli stereotipi e lo stigma che ancora oggi portano spesso a vedere le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale non come cittadini attivi e titolari dei diritti che spettano a tutti gli altri.

Sono previsti molti eventi: Apertura dei laboratori didattici ad Ortona, proiezioni di film a Capri e degustazioni di prodotti gastronomici a Napoli, mostra fotografica ad Udine, visite dei centri a Ferrara, visite guidate del Museo Accessibile di Storia Naturale a Trieste, esibizioni di judo a Genova, partite di basket inclusivo a Cinisello Balsamo, partite di calcetto con gli alunni delle scuole locali a Palermo, esperienze di vita indipendente ed abitare in autonomia a Mortara, bombolonata a Carrara.

Inoltre, saranno portati all’attenzione delle varie comunità i tanti nuovi progetti, anche europei, che vedono le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale impegnate in prima persona, come i progetti sulla cittadinanza attiva “Io, Cittadino!”, sul linguaggio facile da leggere e sull’uso sicuro di Internet.

Anffas invita quindi tutti i cittadini a conoscere l’Associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività e iniziative che ogni giorno vengono realizzate per promuovere un futuro di pari opportunità, pari diritti e inclusione!

Infine, fa sapere l’associazione, un invito speciale per le giovani famiglie di bambini e ragazzi con disabilità ad avvicinarsi all’Associazione, consapevoli che l’intervento precoce e l’incontro con le altre famiglie che hanno vissuto esperienze simili possano rappresentare il presupposto per far sì che, come recita la Dichiarazione di Roma sull’auto-rappresentanza approvata nel maggio scorso, questa sia “l’ultima generazione di persone con disabilità intellettiva ad essere discriminata a causa della disabilità”.